Alexa Unica Radio

L’UE verso la certificazione della rimozione di CO2

L’Unione Europea ha presentato un piano per certificare l’eliminazione della CO2 dall’atmosfera, lasciando però che alcuni dettagli chiave vengano definiti in seguito, tra cui il modo in cui queste eliminazioni verranno conteggiate.

Le rimozioni includono il carbonio trattenuto nei terreni e nelle foreste, e la CO2 rimossa da alcune nuove tecnologie come le CCS (Carbon Capture and Storage). L’UE si è impegnata a ridurre le proprie emissioni nette di gas serra del 55% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990, e a raggiungere le emissioni nette zero entro il 2050.

La strategia

Secondo le bozze della strategia sulla CO2 dell’UE, visionate in anteprima da EURACTIV, la Commissione Europea offrirà ricompense per le pratiche agricole verdi come il rimboschimento e la conservazione del suolo, e stabilirà regole per identificare le attività che rimuovono in modo inequivocabile il carbonio dall’atmosfera.

La bozza della strategia sulla CO2 dell’UE, mira a contribuire allo sforzo dell’Unione per rimuovere la CO2 dall’atmosfera, e ad aprire la strada a una politica di emissioni negative nel futuro.

La legge europea sul clima, approvata all’inizio di quest’anno, richiede che qualsiasi emissione di CO2 residua in Europa entro il 2050 debba essere bilanciata dalle rimozioni, con l’obiettivo di ottenere successivamente emissioni negative.

La strategia dell’UE sui cicli sostenibili del carbonio, che dovrebbe essere pubblicata il 14 dicembre, porta questo obiettivo ancor più in avanti, proponendo piani per migliorare le soluzioni di rimozione del carbonio che catturino la CO2 dall’atmosfera e la immagazzinino a lungo termine.

Alcune soluzioni

Questo può essere fatto negli ecosistemi attraverso soluzioni basate sulla natura, oppure in altre forme attraverso soluzioni industriali come la cattura e lo stoccaggio del carbonio.

Le compagnie petrolifere e del gas sono state in prima linea negli appelli per aumentare la rimozione dell’anidride carbonica, attirando le critiche degli attivisti verdi secondo cui esse starebbero soltanto cercando dei modi per sottrarsi alle proprie responsabilità nel taglio delle emissioni.

Ma i sostenitori di questa strategia affermano che in ogni caso saranno necessarie tecnologie di rimozione del carbonio, perché le emissioni di alcuni settori dell’industria e dell’agricoltura saranno impossibili da eliminare.

Anche se le nazioni riusciranno a ridurre la CO2 in conformità con l’accordo di Parigi, ci saranno ancora emissioni residue dopo il 2050, quando l’Europa dovrebbe raggiungere la neutralità climatica, ha affermato Oliver Geden, scienziato tedesco che è uno degli autori principali del sesto rapporto di valutazione del Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici. La proposta della Commissione, creerà sicuramente una dinamica politica, costringendo governi e deputati del Parlamento europeo a dedicare attenzione alla questione.

About Michela Corona

Studentessa in Scienze della Comunicazione, diplomata in Scienze Umane. Appassionata di musica, sport e fotografia. Esperienza lavorativa in vendita assistita, animazione e delivery. Nel tempo libero amo andare al mare o in montagna.

Controlla anche

Ivan Dalia 3

A Cagliari due concerti per piano solo

Get Widget A Cagliari due concerti per piano solo in appendice al festival Forma e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *