Alexa Unica Radio
wall g10af3856c 1920
wall g10af3856c 1920

Pasolini in forma di rosa con Stefano Giaccone a Gonnosnò

Sabato 26 Novembre presso l’ex sala consiliare del vecchio Municipio in via Matteotti alle 18,00 a Gonnosnò organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con La Biblioteca Gramsciana Onlus e Il Consorzio Due Giare si svolgerà un recital dal titolo Pasolini in forma di rosa. Stefano Giaccone racconta il Pier Paolo Pasolini delle canzoni, del cinema, del Sole e della Notte.

Perchè assistere a questa revisitazione di Pasolini?

Stefano Giaccone racconta un Pasolini non inedito ma forse meno esplorato. Attraverso l’uso di canzoni, letture e brevi commenti, Pasolini rivive come uomo e intellettuale del ‘900, immerso nel Sole, nello Sport, nei colori, nella bellezza e nella violenza del Vivere.

Chi è Stefano Giaccone?


Stefano Giaccone nato negli Stati Uniti nel 1959 si trasferisce nel 1966 a Torino. Dopo qualche esperienza minore fonda nel 1982 i Franti, gruppo seminale per la scena rock indipendente con suoni classificabili tra il folk e il jazz. Il gruppo si scioglie nel 1987, si susseguono e si affiancano nuovi progetti musicali di cui fa parte con ex membri dei Franti: Environs, Orsi Lucille, gli Howth Castle, La Banda di Tirofisso. Collabora tra il 1990 e il 1993 con il gruppo punk Kina. Assieme al pianista Claudio Villiot pubblica un disco Corpi sparsi. Nel 1996 collabora con il gruppo O Zoo No per lo spettacolo Han Shan dedicato a Jack Kerouac, l’anno seguente per Teatridithalia compone le musiche e va in scena al Teatro dell’Elfo di Milano con lo spettacolo Addio papà respiro di Ferdinando Bruni dedicato ad Allen Ginsberg.

Pubblica nel 1997 il primo album solista Le stesse cose ritornano con lo pseudonimo di Tony Buddenbrook. Dopo 2 EP nel 2003 ritorna con Tutto quello che vediamo è qualcos’altro, album di viaggi e ricerca interiore. Assieme a Mario Congiu pubblica nel 2004 Una canzone senza finale disco di cover di brani minori.

Tras os Montes del 2006 legato alla tradizione dei folksinger americani (Phil Ochs) con arrangiamenti jazz riceve ottime recensioni registrato tra il Galles e l’Italia assieme a Dylan Fowler. Nel 2007 ispirandosi alla canzone d’autore e al melodramma pubblica l’album Come un fiore. Il disco è un concept album sulla morte. Insomma, l’autore di questo recital su Pasolini si è sempre contraddistinto per dei lavori divenuti un classico nel suo genere.

Ultime attività

Nel 2009 con il commediografo inglese Peter Brett pubblica il disco sperimentale Viper Songs dove le musiche e parole si alternano. L’anno successivo nuovo disco da solista registrato in presa lo-fi Il giardino dell’ossigeno.Il 22 marzo 2014 esce il nuovo cd Aria di festa (Lizard Records), con la produzione artistica di Gianluca della Torca (Gatto ciliegia contro il grande freddo).Il suo testo La storia di Lucia, liberamente tratto da “Storia delle storie di Lucia Sarzi” di Laura Artioli, Corsiero Editore 2014 è risultato il vincitore del Bando Teatro Documento 2014, promosso da Fondazione Teatro Due e Istituto Alcide Cervi, nato per promuovere nuove scritture teatrali con particolare riferimento ai temi legati alla Resistenza e alla vicenda della famiglia Cervi. In questo lasso di tempo inizia e accresce sempre di più il suo interesse verso Pasolini.

La prima dello spettacolo (con Stefano Giaccone e Lalli, musica e video Stefano Giaccone, foto originali Andrea Pucci) è in programma a Teatro Due di Parma, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile 2015.

Insomma, non ci resta che andare a vedere questo recital su un ”nuovo” Pasolini, affinché anche i più giovani possano avvicinarsi e conoscere la grandezza dell’immortale Pierpaolo Pasolini.

About Giovanni Dessì

Giovane e intraprendente, appassionato di calcio nonché grande tifoso dell' AS Roma, curioso verso il mondo che mi circonda, cercando nuovi orizzonti.

Controlla anche

Un Casting per Sinestesie 2022

Un Casting per Sinestesie 2022

Get Widget Un Casting per Sinestesie 2022 La Casa di Suoni e Racconti avvia il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *