Alexa Unica Radio

A scuola con l’Avis: donazione sangue all’Alberghiero di Sassari

L’appello dell’Avis e del centro trasfusionale dell’Aou di Sassari: «Il sangue non cresce sugli alberi. Vieni a donare». Un messaggio chiaro per rafforzare la campagna di sensibilizzazione alla donazione. Il 29 novembre il prossimo appuntamento per la raccolta.

L’incontro con gli istituti superiori

L’appello è stato lanciato dall’Avis e dal Centro trasfusionale dell’Aou di Sassari all’Istituto alberghiero, dove nei giorni scorsi si è svolta una conferenza con gli studenti e i docenti, nell’ambito dell’iniziativa “A scuola con l’Avis”, progetto che sta coinvolgendo gli istituti scolastici superiori sassaresi.

Dopo i saluti, il vice preside dell’istituto ha spiegato l’importanza e la necessità di sangue. Successivamente, la parola è passata ai volontari dell’Avis che hanno fatto una breve illustrazione sulla nascita e sul ruolo dell’associazione che dal 1927 si occupa, su tutto il territorio nazionale, della promozione della cultura del dono del sangue.
 Durante la conferenza, ha preso parola Mirella Baccoli dell’Avis che ha spiegato quanto il sangue sia indispensabile. Non si può fabbricare in laboratorio e l’unico modo per averlo a disposizione è quello di donarlo.
In seguito, la parola è passata a Pietro Manca, direttore del Servizio di immunoematologia e Medicina trasfusionale del Presidio ospedaliero di Sassari. Manca spiega alla platea che abbiamo una condizione di carenza di sangue e di emocomponenti. Questo è un problema che ci riguarda in prima persona.

In Sardegna ogni anno c’è bisogno di 110mila unità di sangue, ne produciamo 80mila e quindi non siamo autosufficienti perché abbiamo necessità di altre 30mila unità. Il 48% delle 110mila unità di sangue, circa 50mila, viene utilizzato per i talassemici e la Sardegna detiene il triste primato mondiale di talassemia per numero di abitanti.
 La campagna proseguirà il 29 novembre, ancora all’istituto Alberghiero di Sassari per l’appuntamento con la raccolta sangue davanti all’autoemoteca dell’Avis nel piazzale della scuola. 

About Michela Corona

Studentessa in Scienze della Comunicazione, diplomata in Scienze Umane. Appassionata di musica, sport e fotografia. Esperienza lavorativa in vendita assistita, animazione e delivery. Nel tempo libero amo andare al mare o in montagna.

Controlla anche

Antigone debutta al Teatro Astra di Sassari

Get Widget “Antigone”, una nuova produzione de “La Botte e il cilindro”, debutta al Teatro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *