Alexa Unica Radio
statue gaeac50cad 1920

Un fumetto sui Giganti di Mont’e Prama di Aleksandar Zograf pubblicato in Serbia

Un fumetto sui Giganti di Mont’e Prama di Aleksandar Zograf è stato pubblicato in Serbia. Lo scrittore aveva annunciato l’intendimento un mese fa a Cagliari, dal palco del Festival Premio Emilio Lussu.

l lavoro di Aleksandar Zograf è uscito nei giorni scorsi sulle pagine della rivista indipendente Vreme (settimanale con sede a Belgrado). Il fumetto è dedicato ai Giganti di Mont’e Prama. L’idea dello scrittore serbo era nata quest’estate allo scopo di far conoscere al pubblico dei Balcani le straordinarie ricchezze storiche e archeologiche della Sardegna.

Il lavoro di Zograf

Il lavoro di Zograf racconta quella che è un po’ la sua storia. La storia di un appassionato d’archeologia e studioso dei collegamenti tra il mondo anticodel continente e quello mediterraneo. Nel mese di settembre del 2022 ha partecipato agli scavi archeologici presso la località di Banjska Stena, alle terme di Gamzigrad. Oltre ai reperti risalenti all’età del rame, a quelli della cultura di La Tène e dell’epoca romana, i più interessanti sono stati quelli dell’età del Bronzo, principalmente frammenti di contenitori di ceramica, rovine di antichi villaggi, importanti tracce di sepolture e altro.
Poco dopo gli scavi nella Serbia dell’Est, l’autore ha avuto l’occasione di andare in Sardegna, dove ha presentato il suo ultimo libro a fumetti.
Il libro è “Il quaderno di Radoslav e altre storie sulla Seconda guerra mondiale”, un volume che descrive attraverso testimonianze e documenti il secondo conflitto mondiale nei suoi momenti difficili e negli accadimenti al di fuori dalla storia ufficiale.

Dalla Serbia a Mont’e Prama

Zograf non si è fatto sfuggire l’occasione di visitare il museo archeologico di Cagliari, definendolo come un vero paradiso per chiunque sia interessato all’età del bronzo, grazie ai bronzetti che raffigurano dettagli come armi, indumenti e oggetti d’uso quotidiano che non è facile invece notare nei ritrovamenti di altri siti europei.

In un riquadro vengono illustrati due bronzetti nuragici, nelle figure di un guerriero e di un personaggio orante. Quindi l’attenzione si concentra sui nuraghi e sui rinvenimenti di Mont’e Prama.

Oltre alle imponenti costruzioni circolari di pietra, le più importanti tracce di quell’epoca sono senza dubbio i ritrovamenti delle monumentali statue di pietra, alte sui 2-2.5 metri, rinvenute a Cabras, nella zona occidentale dell’isola. Nel 1974, mentre aravano i campi, alcuni contadini notarono che i blocchi di pietra nascosti sotto terra che ostacolavano il loro lavoro, in verità potevano essere parti di una grossa scultura. Quindi li caricarono su un cassone e li portarono via.
Le immagini dei Giganti sono ben tratteggiate in un altro riquadro, nelle tre tipologie a noi pervenute. Dopo il recupero e il restauro durato anni, si capì che le sculture erano in totale venticinque. Alcune raffigurano costruzioni, altre chiamate i giganti di Mont’e Prama, rappresentano arcieri, guerrieri e lottatori. Zograf è noto in tutta Europa per aver raccontato attraverso i fumetti i terribili massacri avvenuti durante la disgregazione dell’ex Jugoslavia.

About Michela Corona

Studentessa in Scienze della Comunicazione, diplomata in Scienze Umane. Appassionata di musica, sport e fotografia. Esperienza lavorativa in vendita assistita, animazione e delivery. Nel tempo libero amo andare al mare o in montagna.

Controlla anche

oyster g60e159afd 1920

Fondazione IMC e Sardegna Ricerche a Cagliari il 25 novembre

Get Widget Progetto cluster Ostrinnova Fase II – Convegno finale Venerdì 25 novembre, ore 15:00 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *