Alexa Unica Radio
editoriale 111122 2
editoriale 111122 2

Vortice di freddo in arrivo nel weekend

In Italia previste nel weekend forti perturbazioni con tanto freddo: in arrivo un ciclone di pioggia e neve

Nel corso del weekend un vortice ciclonico ricolmo di aria fredda attraverserà l’Italia.
Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it sottolinea che normalmente i vortici che pilotano le perturbazioni sull’Italia hanno direzione ovest-est, quello del fine settimana invece sarà retrogrado, andrà contromano, in pratica si muoverà da est verso nord. E questo perché scorrerà lungo il bordo meridionale di un possente anticiclone dal cuore caldo che sta portando temperature sopra la media di oltre 10°C in Germania e in Scandinavia.
Le conseguenze del passaggio di questo ciclone saranno tutte da vivere al momento perchè la traiettoria potrebbe cambiare all’ultimo minuto e quindi anche le precipitazioni previste potrebbero interessare zone diverse da quelle attese attualmente.

In Italia

A grandi linee comunque il vortice arriverà al Sud nel corso di sabato pomeriggio/sera quando il tempo comincerà a peggiorare via via più diffusamente e fortemente su Puglia, Basilicata, Calabria ionica e Sicilia sudorientale. Su queste regioni sono attesi temporali anche con possibili grandinate. Nel contempo sull’Italia spireranno venti di Bora e Grecale che oltre a coprire il cielo su molte regioni causeranno una diminuzione delle temperature.
Infine, nel corso di domenica le precipitazioni collegate al vortice saliranno verso il Centro, colpendo più intensamente le regioni adriatiche. Entro sera le piogge raggiungeranno anche l’Emilia Romagna e poi il resto del Nord in nottata.
Quel che succederà dopo diventa però molto interessante. Il vortice raggiungerà la Francia e si unirà o verrà inglobato al flusso perturbato collegato alla Depressione d’Islanda (una depressione semi-permanente attorno all’isola). E’ così che dalla prossima settimana una forte perturbazione impatterà sull’Italia a partire dalle regioni nord-occidentali per poi trasferirsi a quelle centrali e quindi al resto del Paese. Inizierà così una fase molto instabile per molte regioni con precipitazioni diffuse che potrebbero presentarsi anche sotto forma di nubifragio o nel peggiore dei casi di alluvione lampo, soprattutto su Liguria e Toscana.


Per finire, la perturbazione che sarà alimentata da aria fredda in quota e sospinta da venti meridionali, riporterà la neve sulle Alpi dove cadrà anche copiosa sotto i 1800 metri.

About Irene Pes

Studentessa in Scienze della comunicazione. Amo tutto ciò che riguarda le tradizioni della mia terra. Adoro viaggiare, ascoltare musica, catturare momenti indimenticabili e scoprire cose nuove. Mi prendo cura di me stessa andando in palestra e negli anni con le mie esperienze lavorative ho acquisito molta creatività, tenacia e abilità comunicative.

Controlla anche

shutterstock 1870732588

“La Primavera in Giardino” torna in Sardegna Kaktos

Get Widget Dopo tre anni di assenza, l’autunno in Sardegna si colora nuovamente di verde …