Alexa Unica Radio
LETTO NAVE 1

Il mio letto è una nave


Domenica 13 novembre alle ore 18:00 prosegue la rassegna TUTTI A TEATRO 2022 organizzata dall’associazione LA CAMERA CHIARA al Teatro A. Parodi.

In scena lo spettacolo “IL MIO LETTO E’ UNA NAVE” de La camera chiara e BSL Studiodanza, uno spettacolo magico dedicato ad adulti e bambini.

Il biglietto per adulti è di € 9,00, per i bimbi € 6,00. Si consiglia di prenotare inviando una mail a [email protected] Lo spettacolo è scritto e diretto da Stefano Chessa con le coreografie di Fabiana Sechi. In scena un cast tutto portotorrese: Stefano Chessa, Salvatore Faedda, Elga Mangone, Morena Nativo, Paola Nativo, Andrea Longhitano, Alice Sassu.

L’allestimento tecnico è di Max Tanda. Le poesie di R.L. Stevenson sono al centro dello spettacolo giocato tra linguaggio poetico e coreografico

I personaggi nascono dal gioco teatrale e abitano un paese innominato che tutti conosciamo, viaggiano su un mare senza nome che ci è familiare, cercano un’isola sconosciuta che tutti vorremmo trovare.

Sono personaggi reali e allo stesso tempo lievi eroi del sogno. In scena sei bambine/i e ragazze/i giocano con uno Stevenson adulto, ascoltano le sue poesie e le vedono materializzarsi come in un sogno.

Il lampionaio

Il lampionaio, il marinaio e la zia con la gonna a ruota ci vengono a trovare e poi i cuscini, le mele, il cavallo a dondolo e quel letto, nel quale trascorrere la notte. E poi il buio ed il mondo immaginifico dei sogni dove il mio letto diventa una nave sulla quale navigare tutta la notte fino al sorgere del sole.

La musica e le luci creano un’atmosfera onirica che accompagnano i più piccoli alla visione di uno spettacolo che vuole essere un omaggio all’immaginario dell’io bambino. “Per Stevenson la luce rappresentava un mondo felice e senza brividi, la vita che scorreva priva di interruzioni, la visione dei colori delle piante dei fiori, dei vialetti, del giardiniere chino sulla sua vanga, delle sabbie ondulate al confine del mare, degli uccelli saltellanti di ramo in ramo.

Il buio invece era un regno avventuroso, pieno di storie, di momenti memorabili, era sempre un’età di passaggio: nel buio il bambino passava dal giorno alla notte, nel buio l’ascolto si dilatava e la mente immaginava avventure favolose, il buio a poco a poco chiudeva gli occhi al bambino conducendolo nell’incanto del sogno.” (dall’introduzione di Roberto Mussapi de “Il mio letto è una nave” di R. L. Stevenson”)

About Eleonora Melis

studentessa di Beni culturali e spettacolo con la passione per la fotografia, la musica e i viaggi. Dopo essermi diplomata alle superiori sono andata a vivere alle Canarie, a Lanzarote e dopo 5 anni sono tornata qua in vacanza e ho conosciuto quello che ad oggi è mio marito e papà dei miei 2 bambini.

Controlla anche

violins g9eee48a19 1920

L’omaggio di Marco Tutino alla Sardegna e alla sua lingua

Get Widget Prima assoluta sabato sul palco per “In amoroso furore” Marco Tutino rende omaggio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *