Alexa Unica Radio
il crogiuolo festival
il crogiuolo festival

Il crogiuolo III festival Mondo Eco

Il crogiuolo III festival Mondo Eco fine settimana denso di appuntamenti a Cagliari al festival di letteratura MONDO ECO, dedicato alla Sostenibilità Ecologica, Sociale e Culturale.

Dopo la giornata di ieri (venerdì 11) si prosegue nel pomeriggio di domani, sabato 12 novembre, alle 15.30, solo in streaming per la Casa circondariale di Uta, con Pino Roveredo.

Lo scrittore, vincitore nel 2005 del Premio Campiello con la raccolta di racconti Mandami a dire, presenta, in conversazione con Giulia Clarkson e con le letture di Giuseppe Ligios (Teatro d’Inverno), Capriole in salita, il suo esordio letterario del 1996.

Testo autobiografico


L’autore narra in prima persona le sue avventure e disavventure, le cadute e ricadute, e quelle dei suoi compagni di bevute meno fortunati di lui. Il romanzo ottenne subito un notevole successo a livello nazionale e Roveredo acquistò notorietà grazie a vari passaggi televisivi nel popolare talk-show di Maurizio Costanzo.

Crogiuolo


In serata il festival letterario del Crogiuolo, con la direzione artistica di Rita Atzeri, si trasferisce a Casa Saddi, dove alle 18 Gianluca Costantini presenta Patrik Zaki, Una storia egiziana (Feltrinelli), opera coraggiosa di graphic journalism da lui illustrata, con testo della giornalista, inviata di Mezz’ora in più (Rai 3), esperta di vicende egiziane Laura Cappon (impossibilitata a partecipare all’incontro, in quanto inviata nelle scorse ore a Tolone per seguire lo sbarco della Ocean Viking).

Rosalba Piras

La presentazione è accompagnata dalle letture di Rosalba Piras e Tiziano Polese, di Abaco Teatro (anche in lingua Lis, traduzione di Luciana Ledda).

Laura Cappon, da anni attenta cronista delle vicende egiziane, ha trovato in Gianluca Costantini il disegnatore dell’immagine più diffusa di Patrick Zaki e il coautore perfetto per un’opera di graphic journalism realizzata in tempo reale, ricca di interviste e approfondimenti, destinata a fare discutere e riflettere.

Zaki


Il 7 febbraio 2020 Zaki, studente egiziano iscritto a un master in Studi di genere all’Università di Bologna e collaboratore di EIPR, l’Egyptian Initiative for Personal Rights, viene fermato all’aeroporto del Cairo. A suo carico cinque capi d’accusa: minaccia alla sicurezza nazionale, incitamento alle proteste illegali, sovversione, diffusione di notizie false, propaganda per il terrorismo. Le prove sono dieci post su Facebook, ritenuti non autentici dai suoi avvocati, che inciterebbero alla rivolta.

Patrick è rimasto in detenzione preventiva per 22 mesi.

Nel settembre del 2021 è stato rinviato a giudizio con l’accusa di diffusione di notizie false e per aver seminato il terrore fra la popolazione con un articolo sulla situazione della minoranza cristiana in Egitto. A dicembre il giudice ha deciso la sua scarcerazione ma non lo ha assolto.

Casa Saddi


A seguire, sempre a Casa Saddi, Adelmo Cervi – figlio di Aldo, terzogenito dei sette fratelli Cervi fucilati dai fascisti al poligono di tiro di Reggio Emilia il 28 dicembre del 1943 – con il suo libro I miei sette padri. Storia di una grande famiglia antifascista raccontata da un figlio.

Coordinano Antonello Murgia e Gianna Lai, dell’ANPI Sardegna, letture di Giuseppe Ligios (Teatro d’Inverno).

Il volume racconta la storia dei sette fratelli Cervi attraverso gli occhi di Adelmo e il suo rapporto con la memoria di un padre partigiano che non ha mai conosciuto: il suo lutto privato messo a disposizione della memoria pubblica e la sua personale ricerca di un “senso” e di un’appartenenza tra frammenti di terra e schegge di memoria, in un cortocircuito tra ricordi individuali e storia collettiva.

Mondo Eco


Il nutrito programma di Mondo Eco prosegue l’indomani, domenica 13 novembre, alle 18, con la presentazione in streaming del romanzo di Emma Fenu Le spose della luna, un libro autobiografico ambientato nel cuore della Sardegna nel 1911 e ispirato alla vicenda della bandita Paska Devaddis, di Orgosolo. Modera l’incontro Giulia Clarkson.


Alle 19 riflettori puntati, a Casa Saddi a Pirri, su Carla Baffi, anche autrice con Tino Belloni, che cura la regia, dello spettacolo “Carla o dell’essere se stessi”.

La produzione della compagnia I Barbariciridicoli apre una nuova e inedita esperienza di “teatro della testimonianza”: Carla Baffi ha 55 anni, di cui 53 vissuti come Enzo Giagoni, 30 di onorato servizio nel corpo di polizia. Nel 2013 il ciclone “Cleopatra” gli strappa dalle mani la figlioletta Morgana, di soli 2 anni, insieme alla sua nuova compagna, Patrizia.

Nel 2020 Carla inizia un percorso di transizione di genere, che la porta ad adeguare la sua identità fisica alla sua identità psichica, che è in tutto e per tutto quella di una donna, felice finalmente di esserlo e di poterlo raccontare.


Il programma completo di tutti gli eventi e le attività è sul sito www.festivalmondoeco.it

About Eleonora Melis

studentessa di Beni culturali e spettacolo con la passione per la fotografia, la musica e i viaggi. Dopo essermi diplomata alle superiori sono andata a vivere alle Canarie, a Lanzarote e dopo 5 anni sono tornata qua in vacanza e ho conosciuto quello che ad oggi è mio marito e papà dei miei 2 bambini.

Controlla anche

manifesto TRA LE ONDE uscita

Anteprima di “Tra le onde” all’Odissea

Get Widget Tra le onde, un film di Marco Amenta con Vincenzo Amato e Sveva …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *