Alexa Unica Radio
Montiferru PLAY
Montiferru PLAY

Santu Lussurgiu ospita MONTIFERRU PLAY


Santu Lussurgiu ospita MONTIFERRU PLAY, prepara a ospitare la quarta edizione del “Montiferru Play”, festival nato in Sardegna nel 2018 su iniziativa di Demoela, cooperativa sardo-ligure di cui è presidente il grafico lussurgese Simone Riggio. Dopo l’edizione online dello scorso anno, si tornerà a giocare in compagnia negli spazi del salone del Centro di Cultura Popolare.

Fitto il programma di eventi che i prossimi 19 e 20 novembre animeranno il borgo del Montiferru tra sport, tornei di giochi e attività per le scuole.

Il festival


Con il supporto di numerosi partner e sponsor, il “Montiferru Play” si propone di diffondere la cultura dei giochi da tavolo e di riunire gli appassionati di tutte le età in una due giorni all’insegna del divertimento.

Nell’era solitaria del digitale, l’incontro faccia a faccia tra più persone che attuano strategie e misurano le proprie abilità per sconfiggere gli avversari permette di recuperare il piacere della condivisione e dello stare insieme sia con i giochi da tavolo sia con lo sport.

La quarta edizione del “Montiferru Play


Nasce con una partnership importante come quella con il CSI Sardegna (Comitato Sportivo Italiano), in particolare con le sedi di Oristano e Sassari in rappresentanza di diverse attività sportive – annuncia Simone Riggio.

Questo per rafforzare una linea comune tra sport per il corpo e sport per la mente.
I partecipanti potranno scoprire sia i giochi di Demoela, alcuni dei quali ambientati in Sardegna come “Tancas”, “Spuntino” e “Sgrunt”, sia giochi prodotti da altri. Numerose attività sono pensate per le scuole, come nelle precedenti edizioni.

Il programma


Alle 9 di sabato 19 novembre avranno inizio i laboratori per le scuole, riservati esclusivamente agli alunni delle scuole dell’Istituto Comprensivo di Santu Lussurgiu (Santu Lussurgiu, Bonarcado, Seneghe, Cuglieri).
«La mattina di sabato il Festival apre le porte alle scuole con laboratori su temi ambientali che fanno scoprire alcuni giochi da tavolo inerenti a quegli argomenti. Parallelamente i ragazzi potranno osservare le discipline sportive del CSI quali orienteering, bici storiche, Nordic walking, corso antibullismo e altri per poi divertirsi in sala con i giochi da tavolo – spiega Riggio –. Sabato sera e tutta la giornata di domenica la sala del Centro di Cultura Popolare sarà aperta a chiunque voglia avvicinarsi a questo mondo che unisce grandi e piccoli con l’intento di socializzare e condividere la voglia di giocare. Domenica, inoltre, gli specialisti di orienteering si alleneranno con le mappe del centro storico di Santu Lussurgiu e saranno a disposizione di tutti per una breve dimostrazione della disciplina», conclude.
Le attività aperte al pubblico sono previste dalle 15 di sabato, e domenica dalle 9 alle 20.

About Eleonora Melis

studentessa di Beni culturali e spettacolo con la passione per la fotografia, la musica e i viaggi. Dopo essermi diplomata alle superiori sono andata a vivere alle Canarie, a Lanzarote e dopo 5 anni sono tornata qua in vacanza e ho conosciuto quello che ad oggi è mio marito e papà dei miei 2 bambini.

Controlla anche

covid oms

Covid, Oms “Italia quarta per nuovi contagi e terza per morti in 7 giorni”

Get Widget I dati: -12% contagi e -25% decessi nel mondo, ma con aumenti in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *