Alexa Unica Radio

Clima, in Europa l’ottobre più caldo in assoluto

Clima: il mese di ottobre appena passato è il più caldo mai registrato secondo il Copernicus Climate Change Service.

L’Europa ha registrato l’ottobre più caldo in assoluto, con temperature superiori di quasi 2°C rispetto al periodo di riferimento compreso tra il 1991 e il 2020. Un periodo di caldo intenso ha portato a temperature giornaliere da record nell’Europa occidentale. Ed un ottobre da record per Austria, Svizzera e Francia. Oltre che per vaste aree dell’Italia e della Spagna. Lo segnala il Servizio per il Cambiamento Climatico di Copernicus (Copernicus Climate Change Service, C3S). Implementato dal Centro Europeo per le Previsioni Meteorologiche a Medio Termine per conto della Commissione europea, con il finanziamento dell’Ue.
Anche il Canada ha registrato un periodo di caldo eccezionale. Condizioni molto più calde rispetto alla media si sono verificate in Groenlandia e Siberia. La maggior incidenza di temperature inferiori alla media è stata rilevata in Australia, nell’estrema Russia orientale e in alcune aree dell’Antartide occidentale.

“L’Europa ha registrato l’ottobre più caldo in assoluto, caratterizzato da oltre 2°C in più rispetto alla media degli ultimi 30 anni. A seguito della stagione estiva più calda mai registrata. Le gravi conseguenze del cambiamento climatico sono oggi ben visibili ed è necessario disporre di piani ambiziosi nel corso della prossima Cop27. Al fine di garantire che la riduzione di emissioni stabilizzi le temperature vicino all’obiettivo dell’Accordo di Parigi di 1.5°C”. Osserva Samantha Burgess, vicedirettore di C3S.

About Laura Piras

Studentessa della facoltà di Scienze Politiche. Vivo a San Sperate, un paese a circa 20 minuti da Cagliari. Mi piace seguire l'attualità e discuterne. Sono impegnata nel mondo del volontariato da circa 4 anni presso un'associazione di soccorso.

Controlla anche

Clima, Oms Europa: “Almeno 15mila morti per il caldo nel 2022”

Get Widget Il direttore regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità Hans Kluge: “Serve un’azione forte” In …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *