Alexa Unica Radio

Le emissioni di metano minacciano il clima

Il metano è più potente della CO2 come gas serra e le sue emissioni costituiscono una maggiore minaccia per il clima.

Le emissioni di metano sono una delle principali minacce per il clima globale. Alla COP26, vertice delle Nazioni Unite sul clima tenutosi lo scorso anno a Glasgow, in Scozia, più di 100 Paesi si sono impegnati a ridurre del 30% le emissioni di metano entro il 2030.
 
Dopo averlo quasi ignorato per decenni, gli scienziati ora sanno che il metano è molto più potente della CO2 come gas serra nel breve termine. Anche se resta solo per un decennio nell’atmosfera prima di scomporsi, mentre la CO2 rimane per secoli.
 
L’aumento del +47% della concentrazione atmosferica di metano rispetto all’epoca preindustriale ha impatti sul clima e sulla salute umana. Ed tali emissioni meritano un’attenzione particolare nelle politiche di mitigazione climatica. L’Italia è al primo posto tra i paesi con i maggiori costi sanitari legati all’uso del gas naturale nelle centrali termoelettriche.
 
Il report del WWF “Le emissioni di metano in Italia” commissionato dal WWF Italia al GHGMI Itali,  evidenzia le stime di emissione di questo potente gas serra e fornisce indirizzi per la loro riduzione in Italia, anche in vista della revisione del Piano Nazionale Energia e Clima. Secondo tale report la riduzione delle emissioni di metano, oltre ad essere una strategia efficace per contribuire agli obiettivi climatici previsti dall’accordo di Parigi, permetterebbe di conseguire importanti benefici per la salute pubblica e per l’agricoltura.
 
Inanto, il premier Giorgia Meloni, oggi parteciperà alla conferenza sul clima di Sharm el Sheikh. Dove interverrà in sessione plenaria, nel quadro dell’impegno italiano alla riduzione del 55% delle emissioni entro il 2030, assunto dell’Europa. E del raggiungimento delle emissioni zero entro il 2050. Nei negoziati di Sharm El Sheik le posizioni dei 27 paesi membri saranno strettamente coordinate in ambito europeo, sulla base del costante raccordo che ha preceduto e che accompagnerà i negoziati. Tuttavia, non tutti i paesi hanno presentato impegni di riduzione delle emissioni altrettanto ambiziosi.

About Laura Piras

Studentessa della facoltà di Scienze Politiche. Vivo a San Sperate, un paese a circa 20 minuti da Cagliari. Mi piace seguire l'attualità e discuterne. Sono impegnata nel mondo del volontariato da circa 4 anni presso un'associazione di soccorso.

Controlla anche

9D218584 46B9 4CDF 86EE ED31AAF5610C

Onu: per salvare il clima ogni frazione di grado conta

Get Widget Incontro tra i rappresentanti di tutto il mondo dal 6 al 18 novembre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *