Alexa Unica Radio
DSC 0119

San Saturnino edizione 2022

San Saturnino edizione 2022 Domenica 30 ottobre i festeggiamenti in onore del santo patrono di Cagliari chiudono il lungo pellegrinaggio che coinvolge 14 comuni dell’Isola e che comincia il 26 mattina, quando la statua di san Saturnino, custodita dall’associazione I cavalieri dell’Antica locanda al Castello.

Intraprende una tre giorni di cammino verso altri centri dell’Isola grazie all’evento progettato e curato dall’associazione Athanatos di Cagliari in collaborazione con Chelu e Luna.


Il pellegrinaggio comincia appunto mercoledì 26 con partenza da Cagliari toccando i Comuni: Porto Torres, Nule, Bultei, Benetutti e Oristano.

Il giorno successivo (27 ottobre) la statua di santu Sadurru arriva a Mandas e Gergei per poi spostarsi verso Isili.

Il 28 tappa a Ussana, Escolca, Serri, Sestu e infine Monserrato, prima di far rientro nel capoluogo dove il 29 si svolgono le celebrazioni che precedono il giorno del Santo Patrono con la processione (ore 9,30) che va dalla Cattedrale fino alla Basilica di san Saturnino dove si celebra la santa Messa officiata (alle 11) dall’arcivescovo monsignor Giuseppe Baturi.

Il pellegrinaggio


Si parte dunque da Cagliari passando per i paesi del nord Sardegna lungo le tracce di massimo interesse storico del pellegrinaggio del Santo, a cominciare da Porto Torres con la visita alla Basilica di San Gavino fino alla chiesetta di Balai, sulla scogliera, e della colonia romana di Turris Lybisonis.

Nato a Cagliari, martirizzato il 304 dC, le testimonianze di Saturnino conducono per esempio verso i luoghi di insediamento militare dei romani nel Goceano, in uno snodo della piana di Benetutti e Bultei dove sorge una chiesa romanica che troneggia su un trilobo nuragico affacciato sul fiume Tirso.

La chiesa

Luoghi e persone saranno i protagonisti del Cammino di San Saturnino lungo un itinerario religioso che porta il pellegrino a vivere ogni ricchezza del territorio.

A partire dai monumenti culturali che si legano non solo al santo: da Benetutti al Golfo di Oristano (26 ottobre), proseguendo verso Mandas, Gergei e la parrocchia di san Saturnino a Isili (27 ottobre).

Il 28 tappa nella chiesetta del martire a Ussana, Escolca e Serri dove è prevista anche una visita guidata al Santuario nuragico Santa Vittoria. Fino a Sestu (ore 16,30 chiesa san Giorgio) e Monserrato (alle 18, chiesa sant’Ambrogio).

Mostre e concerti

In calendario anche mostre e concerti: il 29 ottobre a Cagliari (“Cagliari vista dai giovani” a cura del liceo Foiso Fois – elaborati grafico pittorici presentazione a cura dei docenti progetto Pcto – dott.ssa Valentina Milia, architetto Alessandro Sitzia responsabile ufficio tecnico Mic.

San Saturnino

All’interno della Basilica di San Saturnino, a partire dalle 14.30, si svolgeranno i tour con le guide turistiche che faranno conoscere i luoghi legati al martirio nel IV secolo dC, ma sarà inoltre possibile effettuare la visita guidata della basilica paleocristiana.

Alle 19 la celebrazione dei Vespri solenni nella basilica di San Saturnino, officiati da monsignor Giuseppe Baturi, alla presenza delle Autorità civili e militari.

IL SANTO PATRONO

Infine il 30 ottobre, giorno delle celebrazioni del Santo patrono di Cagliari: alle 9.30 la processione col simulacro dalla Cattedrale verso la basilica di san Saturnino dove alle 11 si svolge la santa messa officiata dall’Arcivescovo monsignor Giuseppe Baturi. Alle 20 il concerto nell’Auditorium del Conservatorio Pier Luigi da Palestrina dell’Orchestra della classe di esercitazioni orchestrali diretta dal Maestro Alberto Pollesel.

Una prima assoluta della Passio Beatissimi Saturnini per Coro e Orchestra del Maestro Vittorio Montis, su testo a cura di don Giorgio Mameli.

Dal 25 al 30 ottobre – nella sede dell’associazione Athanatos (via Lepanto 42 Cagliari).

Sarà possibilie visitare la mostra “In cammino verso S. Saturnino”, ingresso libero, esposizione di Arte Collettiva Condivisa Inclusiva , reading e presentazione del libro “San Saturnino, la storia il culto il cammino” scritto da Alberta Zancudi, a cura dell’associazione Alessandra Sorcinelli Gruppo Culturale.

About Eleonora Melis

studentessa di Beni culturali e spettacolo con la passione per la fotografia, la musica e i viaggi. Dopo essermi diplomata alle superiori sono andata a vivere alle Canarie, a Lanzarote e dopo 5 anni sono tornata qua in vacanza e ho conosciuto quello che ad oggi è mio marito e papà dei miei 2 bambini.

Controlla anche

index c

Volontari, assemblea regionale a Cagliari

Get Widget Si svolgerà a Cagliari venerdì 9 dicembre 2022 l’assemblea regionale dei volontari del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *