Alexa Unica Radio
chair 1840526 340
chair 1840526 340

Casa, per l’arredamento la tendenza è green

L’arredamento delle case, per essere di tendenza, deve ora essere green. Parliamo di prodotti provenienti da aziende sostenibili, di oggetti con materiali riciclati o composti di elementi naturali. Soluzioni che puntano anche ad un risparmio energetico e ad un minore impatto ambientale.

Arredamento, attraverso un’occhiata a quelle che sono le ultime tendenze per il rinnovo di spazi esterni ed interni, ci rendiamo conto che la parola d’ordine è sostenibilità.

Per gli esterni la filosofia produttiva dell’arredo rivolge un’attenzione speciale a sostenibilità ambientale e utilizzo di fonti rinnovabili. La pergola è un’ottima soluzione. E’ bioclimatica e in termini di risparmio energetico non conosce stagionalità. Durante il periodo invernale, riduce le dispersioni termiche e permette un miglior controllo delle temperature interne mentre durante la stagione estiva si minimizza l’impatto dei raggi solari e contribuiscono a diminuire il surriscaldamento degli ambienti, limitando l’utilizzo di climatizzatori.

Per quanto riguarda gli interni, ora molte cucine sono costruite con agglomerati di legno riciclato e le aziende utilizzano verniciatura ad acqua a ciclo completo. Questa diminuisce drasticamente le emissioni tossiche mantenendo anche una resa qualitativa eccellente. Sempre restando in tema di interni, ora si è in grado di creare delle poltrone utilizzando della semplice cellulosa riciclata. Al via anche lo stile che richiama completamente al naturale, come il tavolo realizzato attraverso l’unione del vetro e del legno, elemento primordiale.

Aziende di arredo green in Sardegna

Non manca tra gli elementi principali il sughero. Basti pensare che in Sardegna si concentra l’85% della produzione italiana di sughero naturale, con circa 120.000 quintali raccolti ogni anno nelle sugherete. A Sassari è presente una realtà green molto importante, l’Achenza Sugheri. Un’azienda artigiana impegnata nella fabbricazione di prodotti provenienti dalla lavorazione del sughero.

L’azienda dopo aver prodotto per tanti anni tappi di sughero per vini, ha deciso di investire nella creatività, creando Sadenda, una tenda realizzata a mano, con caratteristiche uniche derivanti dall’utilizzo del sughero come materiale principale. Il sughero è un materiale natura famoso per il suo utilizzo.
Il sughero infatti è un materiale naturale dalle incredibili proprietà e caratteristiche, utilizzato molto spesso nell’arredo.

Oltre al sughero l’altro elemento imprescindibile nell’arredamento green è il legno. A Guspini è presente la falegnameria ecologica di Graziella Caria, da diversi anni specializzata nella produzione di arredi sostenibili. Dal 1977 questa azienda arreda case non solo in Sardegna, ma anche nel resto d’Italia realizzando mobili con i materiali naturali. L’azienda è specializzata anche nella lavorazione del feltro di lana di pecora sarda.

Menzione particolare anche all’azienda Satodà. Si tratta di un’azienda artigianale di Mamoiada, in Sardegna, che si occupa della lavorazione e ristrutturazione del legno. Si occupa della realizzazione di complementi d’arredo non solo belli esteticamente, ma anche funzionali e pratici.

Di notevole menzione anche il progetto dall’Associazione MazzaMurru, un collettivo di architetti, ingegneri e imprenditori nel settore del legname e dell’ arredamento, che ha dato vita a progetti di produzioni e laboratori con l’obiettivo di recuperare e riciclare materiali che altrimenti sarebbero stati da buttare. Un vero e proprio caso di design di recupero.

About Marta Collu

Appassionata di storia dal 1996, amo scrivere da quando ho memoria. Quando non ascolto i podcast di Barbero ascolto le playlist più disparate in base all'umore del giorno (e ovviamente Unica Radio). Lavoro come animatrice in una casa di cura e provo ad affrontare il mondo con gentilezza.

Controlla anche

Ristorante? Meglio etico e green

Get Widget Un’indagine dell’Università Popolare degli studi di Milano afferma che Nella scelta del ristorante …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *