Alexa Unica Radio
app dream b. braun 2
app dream b. braun 2

App assiste i pazienti da remoto prima e dopo l’intervento

L’app che assiste i pazienti nel Dipartimento di Chirurgia di Conegliano Veneto da remoto prima e dopo l’intervento chirurgico

Sistema digitale attivo nel Dipartimento di Chirurgia dell’ospedale di Conegliano Veneto.Lo scopo è quello di aiutare il paziente ad affrontare l’intervento chirurgico nelle migliori condizioni stando a casa. Si evita così che si rechi più volte in ospedale, anche nella fase pre e post-operazione. È questa, in sintesi, la funzione della app Dream operativa da alcuni giorni nel Dipartimento di Chirurgia dell’ospedale di Conegliano Veneto (Treviso). Il sistema innovativo sviluppato da B. Braun, azienda di dispositivi e tecnologie mediche, consente all’équipe ospedaliera di assistere il paziente da remoto prima e dopo un intervento chirurgico. “L’applicativo è già a disposizione dei pazienti sottoposti a interventi di chirurgia colo-rettale e gastro-esofagea con protocollo Eras e permetterà loro di gestire il proprio percorso tramite smartphone, costantemente monitorati dagli operatori sanita. Si tratta di una vera rivoluzione. Il futuro della medicina passa senza dubbio per l’innovazione digitale”. Attraverso la app Dream messa a disposizione dei pazienti di chirurgia nel momento della presa in carico da parte della struttura ospedaliera, il paziente viene seguito in ogni fase del percorso di cura da un team multidisciplinare. Si facilita lo scambio di informazioni con l’equipe medico-infermieristica che lo prepara all’intervento affinché possa affrontarlo nelle migliori condizioni sia fisiche che psicologiche”. “L’app, scaricabile su qualsiasi smartphone e di semplice utilizzo, consente ai pazienti, caregiver e familiari di dialogare con l’équipe ospedaliera prima e dopo il ricovero attraverso chat di messaggistica, un calendario di attività da eseguire (e confermare) e la compilazione di moduli. Il paziente riceve, così, indicazioni chiare e personalizzate per prepararsi al meglio al ricovero. Il tutto è condivisibile, in via digitale e in accordo con lo staff ospedaliero, anche con il medico di famiglia del paziente, che può così rimanere aggiornato sul percorso del proprio assistito.

About Camilla Lai

Sono Camilla, ho 22 anni e sono nata a Cagliari nel Maggio del 2000. Studio Beni Culturali e Spettacolo all’Università di Cagliari.

Controlla anche

Cirrosi epatica, un’emergenza da affrontare

Get Widget Il Piano nazionale delle cronicità e il più recente PNRR offrono strumenti per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *