Alexa Unica Radio

La carota è un virtuoso concentrato di salute

La carota sarà argomento del prossimo appuntamento con il team scientifico de “Il Gusto della Salute”, la rubrica curata dall’immunologo Mauro Minelli.

 Il termine carota deriva dal greco “karotón”, a sua volta risultante dalla fusione di ‘caro’ (carne/carnoso) e ‘kotòs’ (croco, ovvero zafferano, dai pistilli di color giallo-rossiccio). Il riferimento del nome è, dunque, alla carnosità ed al colore arancione della carota, argomento virtuoso del prossimo appuntamento con il team scientifico de “Il Gusto della Salute”, la rubrica patrocinata dalla Fondazione per la Medicina Personalizzata e curata dall’immunologo Mauro Minelli.

Di questo ortaggio esistono tante varietà, diffusamente coltivate in tutte le aree temperate del pianeta. In realtà, le prime carote coltivate nell’antico Egitto, in Iran, Afghanistan e Pakistan avevano un colore viola. Solo a partire dal 1700 furono selezionate, in Olanda, carote arancioni in omaggio alla famiglia regnante olandese, gli Orange. 

Grandi proprietà benefiche

Oggi di carote ne esistono di tanti colori: gialle, rosse, bianche, arancioni, nere, viola e, tra i paesi europei, l’Italia è probabilmente l’unico in grado di produrre carote per 12 mesi all’anno. In commercio, attualmente si trovano anche le ‘baby carrots’, di dimensioni più piccole, accattivanti ed ipocaloriche tanto da essere frequentemente utilizzate come gustoso spuntino spezzafame. 

E di proprietà benefiche la carota ne ha davvero tante, al punto da essere considerata l’alternativa compensatoria più invitante ed ambita al “bastone” di una celebre metafora contadina. Molteplici sono, dunque, i motivi per consumarla in abbondanza, sia cruda che cotta. Ma è giusto mangiare la carota senza limiti, o esistono delle quantità giornaliere oltre le quali sarebbe opportuno non andare? Quali sono i valori nutrizionali di questo ortaggio? E, sul versante calorico, c’è differenza nel consumarlo crudo o cotto? Rispetto ai tanti benefici che la carota può apportare, quali sono le eventuali sue controindicazioni? 

Nella prossima puntata de “Il Gusto della Salute”, in programma alle ore 15 di venerdì 14 ottobre, si procederà all’analisi, il più possibile dettagliata e puntuale, delle virtù note e meno note di quest’ortaggio ad alto tasso di gusto e di benessere. 

About Francesco Zicconi

Nato a Sassari, studio Economia Manageriale e seguo il corso di Direzione e Creazione d'Impresa. Sono un grande appassionato di sport.

Controlla anche

La salvia: dalla cucina alla salute

Get Widget L’uso della salvia, una tra le erbe aromatiche più comuni, non si limita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *