Alexa Unica Radio

A Gesico la Sagra della lumaca

A Gesico prende il via la XXX Sagra della Lumaca, insieme ai festeggiamenti in onore di Sant’Amatore: dal 14 al 17 Ottobre.

Quattrocento – più uno – anni di festeggiamenti per Sant’Amatore, percorsi enogastronomici e una mostra in onore di Sant’Antioco. Sono questi alcuni i punti al programma della XXX sagra della Lumaca di Gesico, che si è aperta con la serata di sabato 8 ottobre. Si prosegue poi con le giornate di festeggiamenti del 14-15-16-17 ottobre.
La novità di quest’anno dei festeggiamenti gesichesi è incentrata soprattutto sul culto dei tre bambini martiri. Che si pensa, con ragione data dagli studi di questi anni, fossero partiti da Gesico alla volta della Spagna, accompagnati da alcune famiglie. Il ritrovamento delle spoglie dei tre bimbi fece infatti tanto clamore da interessare la Corte di Spagna. Ma anche in Sardegna non fu da meno il clamore suscitato. Tanto che si ipotizza che, i tre bambini tratti nel dipinto posto alle spalle del sarcofago di Francisco d’Esquivel nella Cattedrale di Cagliari, siano proprio i tre martiri bambini Gesimundo, Flore e Victoria.
“A parte la bellissima lapide – ha detto Carlo Carta, presidente della pro Loco di Gesico – per ciò che riguarda le Sante Spoglie dei bambini, la nostra ipotesi è che alcune famiglie vennero “trapiantate” in terra catalana, esattamente a Vilassar de Dalt. A suffragio di quanto detto, scrutando antichi registri catalani, ci siamo imbattuti in cognomi e nomi che avevano qualche assonanza con quelli che circolavano allora nel nostro villaggio. Alcuni esempi: quell’Amatore Estrany (tradotto lo straniero o strano). E suo figlio Michele Estrany, Salvatore Feliu, Antonio Feliu, e Antonio Guerau, giudici Antonio De Munt. Particolare curioso, sono tutti contadini. E poi quel Paolo Amad. E ancora la danza loro tipica chiamata “Sardana”, che ballano tenendosi per mano e soprattutto formando un cerchio. Ricorda molto il nostro “Ballu Tundu”.

Il gemellaggio

“Nel 2023, ad Aprile, ricorre il 400° anniversario dell’arrivo dei Santi Martiri a Vilassar de Dalt. “A Dicembre qui a Gesico verrà lo scrittore Josep Samon Forgas per sancire il gemellaggio con l’invito – ha proseguito Carlo Carta – ufficiale rivolto alla Comunità Gesichese. Tutto questo in onore dei Martiri Bambini e soprattutto nel segno di Amatus vescovo e martire africano”.

I goccius

“E la storia dei nostri Martiri Bambini come da secolare tradizione, è finita nei Goccius grazie al poeta Tomaso Addari di Setzu. Le sestine verranno musicate e arrangiate dal maestro Felice Cassinelli ed eseguite in anteprima nel giorno che, ci auguriamo quanto prima, a loro verrà dedicato. Si pensa al 30 novembre, autorità ecclesiastiche permettendo, alle quali faremo richiesta formale”.

Il programma

Venerdì 14 ottobre 2022

Dalle ore 15 alle 16.30: “25^ Corsa delle lumache”. Dopo le qualificazioni e lo “Sprint Out”, avrà luogo la Finalissima. Premiazione dei vincitori. Manifestazione per bambini presso la palestra Comunale. Ore 21.30: Al termine della Processione di Sant’Amatore, nel dopocena, “Symponia in pratza”. Serata etnico-musicale a cura del Maestro Andrea Puddu, con Gianni Atzori, Jonathan della Marianna, Giusy Onnis e Gianluca Podda. Esibizione in piazza dei Gruppi Folkloristici. (Piazzale Sant’Amatore).

Sabato 15 ottobre 2022

Ore 15 apertura della Fiera Agricola e della Fieralibri. Inaugurazione della Mostra dei Canarini curata dall’Associazione Ornitologica Sarda. Alle 16 inaugurazione della Shardana beer brothers, con musica dal vivo buon cibo da strada e birre artigianali. (Cortile e Interno delle Scuole Elementari). Ore 16.30: inaugurazione della “30^ sagra della lumaca”. Degustazione gratuita specialità a base lumache.
Dalle 16.30: “Passillendi, baddendi e cantendi”. Musica etnica, Folklore e balli in piazza e lungo la via della festa, con il maestro Marcello Caredda. (Piazza Umberto I).
Alle ore 17.30: Mostra dell’Arte contemporanea “Antioco: il santo venuto dal mare”. A cura di Roberto Lai. Nel contesto dell’inaugurazione sarà donata alla Comunità di Gesico una scultura del maestro Antonio Cauli e un mosaico del maestro Giovanni Basciu. (Casa Dessì). Ore 18.30: esibizione in tre tempi della Compagnia di flamenco Flores di Lisa Flores (Roma) a suggellare il gemellaggio Gesico-Vilassar de Dalt, presenta Roberto Lai. (Piazza P.Fausto Cuccu- ex Piazza Mercato). Ore 21.30: Maria Giovanna Cherchi in concerto. Spettacolo Musicale, Musica Folk e Etnica (Piazza P.Fausto Cuccu- ex Piazza Mercato).

Domenica 16 ottobre 2022

Ore 11: “La messa in diretta” su VIDEOLINA. Alle ore 15.30: Elena Ciccu live music. Spettacolo, musica, giochi e intrattenimento per bambini. (Piazzale Santa Giusta). Ore 16: presentazione dei libri “S’Accabadora mito e realtà. Storia e reperti di un ritrovamento” scritto da Aldo Cinus, Roberto Demontis e Augusto Marini. E di “Mostri, Chimere ed altri racconti” scritto da Alessandro Rugolo. (Chiesa Santa Maria d’Itria). Modera Severino Sirigu. Ore 17.30: “Passillendi, baddendi e cantendi”, musica itinerante a cura del maestro Marcello Caredda.

Lunedì 17 ottobre 2022

Ore 19: Spettacolo pirotecnico, al termine della Processione con il rientro di Sant’Amatore e dopo lo scioglimento del voto. (Piazzale Chiesa di Santa Giusta).

About Laura Piras

Studentessa della facoltà di Scienze Politiche. Vivo a San Sperate, un paese a circa 20 minuti da Cagliari. Mi piace seguire l'attualità e discuterne. Sono impegnata nel mondo del volontariato da circa 4 anni presso un'associazione di soccorso.

Controlla anche

Mirtò lancia le Tapas per l’edizione 2021

Mirtò lancia le Tapas per l’edizione 2021

Get Widget Mirtò guarda al futuro, nascono le Tapas per le vie di Olbia  Nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *