Alexa Unica Radio
INIRE

Continua il Festival Spaziomusica

I progetti Inire e Opificio Sonoro protagonisti martedì 11 ottobre al Ghetto di Cagliari nella seconda giornata del festival Spaziomusica.

Spaziomusica, il festival arriva alla sua quarantunesima edizione. Seconda giornata martedì 11 ottobre per la rassegna dedicata alla musica di ricerca e di improvvisazione, acustica ed elettronica e alle sue immediate derivazioni. Fino a giovedì 20 proporrà negli spazi del Ghetto il suo ricco programma che si dirama tra concerti e performance acustiche e audiovisive.

Il progetto Inire

Alle 20.30 protagonista sarà il progetto Inire con performance audiovisiva Three Movements. Disegnare suoni e comporre forme dal ricordo sono processi legati al modo in cui la nostra memoria visiva e uditiva registra l’impatto di uno spazio, e al modo in cui il risultato di questo processo viene successivamente rilasciato al pubblico come forma audio e visiva. Quando una memoria evocata dalle onde theta si struttura nelle forme di onde sonore e visive, possiamo concludere che è la memoria a materializzarsi? Il duo, composto dai musicisti polacchi Krzysztof Pawlik e Małgorzata Dancewicz fonde la composizione tradizionale con la riproduzione, l’improvvisazione, la registrazione e il mastering. La loro musica è un’esplorazione sonora che si muove abilmente tra sound art, field recording e riferimenti alla musica contemporanea.

Il trio Opificio Sonoro

Nella seconda parte della serata (alle 21.30) il trio Opificio Sonoro, composto da Samuele Telari alla fisarmonica, Francesco Palmieri alla chitarra elettrica e Simone Pappalardo all’elettronica proporrà il progetto Flowing down the core, un programma sul movimento, in cui la discesa è il moto che direziona l’ascolto. L’impaginazione dei brani in programma trova il suo nucleo (core) nell’ultimo brano per due strumenti di Franck Bedrossian, il quale esplora/esplode “il dentro” del suono. Un incontro tra due anime all’apice dell’imbuto preceduto dalla rappresentazione contestuale dell’incontro: il paesaggio di fuoco e luce concentrati nello strumento di Simone Pappalardo.

Francesco Giomi e il progetto Florentia

La terza giornata del festival Spaziomusica (mercoledì 12 ottobre) vedrà nel suo appuntamento delle 20.30 l’esibizione di Francesco Giomi, in scena con il progetto Florentia, azione sonora sulle tradizioni fiorentine (prodotto da Tempo Reale). Alle 21.30 salirà in cattedra il Pan Trio, composto da Alessandra Giura Longo al flauto, Marco Facchini al violino e Silvia Belfiore al pianoforte.

Spaziomusica è realizzato con il contributo del MiC (Direzione generale spettacolo dal vivo), Regione Autonoma della Sardegna, (Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport) in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina.

Il festival Spaziomusica

L’attività di Spaziomusica, festival attivo nella scena sarda da quattro decenni, intende continuare la sua esplorazione nel campo del sonoro contemporaneo. Esplorazione che a partire dal segno della musica scritta e dal suono di quella improvvisata si allarga fino al risonante ad includere il paesaggio sonoro di oggi generando una visione fantastica del nostro abitare il mondo. Questa visione si mostra nelle nuove produzioni musicali, nei laboratori e nelle attività didattiche e viene tematizzata nei suoi convegni e seminari.

Non mancano i riferimenti alle particolarità sonore della Sardegna legate sia alla lingua che al paesaggio naturale esplorate in progetti specifici. L’attività dell’anno 2022 prevede la realizzazione di produzioni originali che si propongono di esplorare il campo della musica d’avanguardia e le sue innumerevoli escursioni. Escursioni multimediali, ma anche escursioni che più profondamente sconfinano e interagiscano con altri linguaggi espressivi, come il movimento corporeo e la gestualità, la perizia solista, il mondo delle immagini.

About Marta Collu

Appassionata di storia dal 1996, amo scrivere da quando ho memoria. Quando non ascolto i podcast di Barbero ascolto le playlist più disparate in base all'umore del giorno (e ovviamente Unica Radio). Lavoro come animatrice in una casa di cura e provo ad affrontare il mondo con gentilezza.

Controlla anche

Scena digitale teatro tecnologie

Le tecnologie del meta-teatro a Le Meraviglie del Possibile a Cagliari

Get Widget Prosegue la sua marcia LE MERAVIGLIE DEL POSSIBILE, il Festival Internazionale di Teatro, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *