Alexa Unica Radio

Cagliari, 30mila piante a Monte Urpinu e sul colle di San Michele: accordo Comune-Molentargius

Il progetto per il recupero dei due polmoni verdi più importanti della città di Cagliari e il potenziamento della produzione di ossigeno

Accordo tra Comune di Cagliari e parco di Molentargius per gestire 1,5 milioni dal Pnrr che serviranno per mettere a dimora 32mila piante su 31,8 ettari in città. Le aree individuate sono Monte Urpinu e il colle di San Michele. Una “riforestazione urbana” è definita nei documenti.

Gli enti hanno firmato un protocollo d’intesa, ratificato dalla giunta guidata da Paolo Truzzu, con due obiettivi: il “recupero dei due polmoni verdi più importanti della città e il potenziamento della produzione di ossigeno, con conseguente abbattimento dell’anidride carbonica”. E si parla di “nuova vita” per i parchi storici del capoluogo. Nel progetto, si legge nella delibera dell’esecutivo di palazzo Bacaredda, “presta un fondamentale la dipendente del Parco di  Molentargius,  Luisanna Massa”. Da qui il patto, stretto nei giorni scorsi e valido per i prossimi cinque anni.

L’idea per il capoluogo

Il progetto, già partito ad agosto, denominato ‘Un bosco per la città: la foresta urbana di Monte Urpinu’, è realizzato dalla Città Metropolitana di Cagliari con un finanziamento di 500 mila euro del ministero della Transizione Ecologica, e ha l’obiettivo di implementare il sistema boschivo del parco comunale cagliaritano su un’area attualmente in stato di abbandono. La tipologia di piante messe a dimora includerà ulivi, carrubi, lecci, querce, pini di Aleppo e numerose specie arbustive. “E’ un nuovo importante intervento che potenzierà ulteriormente il verde della città di Cagliari e ne rafforzerà la posizione in vista della candidatura a Capitale Verde 2024”, sottolinea il sindaco metropolitano Paolo Truzzu. “L’implementazione del verde è un obiettivo prioritario non solo per offrire ai cittadini nuovi spazi in cui trovare ristoro, ma soprattutto come azione di contrasto al cambiamento climatico, determinante per la mitigazione dell’innalzamento delle temperature”.

About Francesco Zicconi

Nato a Sassari, studio Economia Manageriale e seguo il corso di Direzione e Creazione d'Impresa. Sono un grande appassionato di sport.

Controlla anche

Scena digitale teatro tecnologie

Le tecnologie del meta-teatro a Le Meraviglie del Possibile a Cagliari

Get Widget Prosegue la sua marcia LE MERAVIGLIE DEL POSSIBILE, il Festival Internazionale di Teatro, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *