Alexa Unica Radio

Rifrazioni Sonore: Antonella Gregorio

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Rifrazioni Sonore: Antonella Gregorio
/

Cosa succede quando ci risvegliamo dopo un coma di un mese e mezzo? Antonella Gregorio ci racconta questo e altro nel ‘Destino dell’Amore’, che ci ispira al quotidiano lavoro interiore di trasmutazione del dolore in forza, della disperazione in ottimismo e della paura in coraggio

Antonella Gregorio - Il Destino dell'Amore
Antonella Gregorio – Il Destino dell’Amore

Il Destino dell’Amore

Antonella è una giovane manager sarda che lavora a Milano nel settore vendite di una
multinazionale. Un pomeriggio, torna a casa dal lavoro e si risveglia in ospedale dopo quarantacinque
giorni di coma. Non ha ricordi a breve termine se non quelli della sua tragica storia con Alessandro, il fidanzato morto in un incidente stradale dieci anni prima.

Il recupero è difficile: non riconosce le amiche, i colleghi, non prova emozioni, perciò decide di tornare a casa dei suoi genitori. Dopo solo alcuni mesi, rientra nuovamente a Milano per riprendersi quello che ha perso: la vita e la carriera. Ma quando sembra esserci riuscita, è costretta a tornare in ospedale, a causa di un dolore acuto e persistente alla gamba sinistra, e i medici sono costretti ad amputarle l’arto.

Quella che ai più sembra l’ennesima sconfitta, in realtà, per Antonella si trasforma in un’opportunità per una profonda crescita e radicale cambiamento interiore. Dopo alcune esperienze lavorative, torna definitivamente in Sardegna e incontra l’uomo della sua vita.

Il Destino dell’Amore e’ disponibile online su Amazon e IBS, e inoltre sarà disponibile acquistare il libro e ascoltare dal vivo la presentazione dell’autrice alle 17:00 il 6 Novembre 2022 presso il Museo Civico di di San Vero Milis, in occasione della manifestazione di tre giorni (4, 5 e 6 Novembre) dedicata alla letteratura, alla scienza e molto altro, dal titolo ‘Mediterranea’.

Come affrontare il dolore nella vita?

Antonella Gregorio si e’ risvegliata da un coma di un mese e mezzo, che di per se’ e’ un’esperienza radicale, eppure ad Antonella e’ accaduto molto di più, e tutto in un brevissimo arco di tempo.

La sofferenza quando e’ troppa può lasciarci spezzati, intontiti per sempre, eppure da questo agguato del destino Antonella ha imparato molte lezioni che condivide nel suo racconto.

La sua prova ha richiesto un radicale cambiamento di valori e prospettive circa se stessa, gli altri e il mondo, ma il messaggio fondamentale che passa e’ il non darsi per sconfitti di fronte alle avversità’, accettare il cambiamento, fluire con la corrente del destino, perché tutto ciò che accade ci apre a possibilità di significato inesplorate, a dimensioni di vita più profonde e soddisfacenti.

In genere, aspettiamo di essere con le spalle al muro per fare delle scelte radicali, forse sono scelte che l’intuizione ci ha bisbigliato inutilmente nel silenzio dell’interiorità per tanto tempo, e forse e’ la nostra sordità al richiamo interiore che attira certe prove del destino.

In fin dei conti e’ proprio a causa del temuto dolore in tutte le sue forme, da quello fisico a quello emotivo fino a quello intellettuale e alla frustrazione dei desideri, che siamo forzati a cambiare prospettive in modo radicale, a comprendere qualcosa di più di noi stessi e del mondo. E cosi che dal dolore compreso nasce la saggezza e, da questa, nuove scelte che ci avvicinano a quel miraggio che chiamiamo felicita.

About Alessandro Puddu

Musica, Filosofia, Spiritualità

Controlla anche

bookolica1234

Dal 30 agosto al via il festival Bookolica

Get Widget Dal 30 agosto al 4 settembre torna Bookolica – il festival dei lettori …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *