Alexa Unica Radio
cani bagnini spiagge sicurezza 12224524
cani bagnini spiagge sicurezza 12224524

I cani da salvataggio in acqua

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
I cani da salvataggio in acqua
/

Non solo bagnini in spiaggia: presenti anche i cani, nostri amici a quattro zampe in grado di salvarci la vita

Non solo animali d’affezione, i cani salvano vite umane. Sono i cani da salvataggio in acqua e fanno parte di una speciale Unità Cinofila che ha come obiettivo il supporto fisico al soccorritore nelle operazioni di salvataggio. Li amiamo incondizionatamente come loro fanno con noi. Sono anche un impegno quotidiano e di certo non sono giocattoli che mettiamo da parte quando ci stanchiamo di loro. Purtroppo ancora oggi combattiamo contro il fenomeno dell’abbandono più diffuso durante l’estate. Questi cani, se abbandonati, spesso fanno una brutta fine e se vengono salvati e recuperati finiscono nei canili sempre più pieni. Questi amabili animali, a volte vengono anche troppo amati e si cerca di umanizzarli, ridicolizzandoli con vestitini e ninnoli vari, facendoli diventare dei peluche.

Cani “bagnini”

Ci sono poi proprietari di cani che invece pensano ad unire l’utile al dilettevole e decidono di far diventare i loro amici a quattro zampe animali di pubblica utilità: è il caso dei cani da salvataggio in acqua, dove l’animale collabora con il suo amico umano che li guida nelle operazioni di salvataggio. Sono suddivisi in Unità dii Soccorso che supportano la Protezione Civile e la Guardia Costiera.

Non tutte le razze sono adatte per questo lavoro; è necessario che abbiano determinati requisiti, anche se ci sono delle eccezioni. Labrador, Golden Retriever e Terranova sono le razze più adatte a svolgere questo tipo di lavoro e a diventare perfetti “bagnini” ma devono soddisfare alcuni importanti requisiti: per esempio, per essere idonei devono essere cani di grossa taglia con un peso minimo di 20 kg e avere una spessa pelliccia e resistenza fisica. Devono amare l’acqua ed essere predisposti al nuoto, essere obbedienti e imparare comandi specifici.

Il compito dell’addestratore

E’ compito dell’addestratore cominciare ad insegnare al cane tra il primo e il secondo anno di vita, quando sono più ricettivi ; si inizia tramite giochi a terra che comprendono anche l’agility e in acqua per passare poi a vere e proprie esercitazioni di salvataggio tramite tecniche specifiche. Tutto questo permette al cane e al suo addestratore di diventare una vera e propria squadra, sempre pronti ad intervenire in qualsiasi momento ci sia bisogno.

Sono sempre di più le spiagge in Italia dove possiamo trovare questi utili animali ed è un vero piacere incontrarli perché sono sempre simpatici ed affabili, ma soprattutto sempre attenti e pronti ad entrare in azione. Questi cani hanno una grossa responsabilità e noi dovremmo ringraziarli perché così sia noi che le nostre spiagge ci sentiremo più sicuri e protetti ogni qualvolta entriamo in acqua.

About Daniela Rocco

Passione per Egitto ballo Country fotografia animali libri natura archeologia

Controlla anche

animali cane zampa pet therapy ftlia

Nel mondo 200 milioni di cani randagi, l’invito ad adottare

Get Widget Giornata del cane Parte nella Giornata Internazionale del Cane un’iniziativa a favore delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *