Alexa Unica Radio

Tennis: il Tc Cagliari ingaggia Cerundolo

Il Tennis Club di Cagliari ingaggia la star internazionale del tennis, nonché 24 del mondo, Francisco Cerulo. La squadra pronta per l’A2.

Il circolo di Monte Urpinu ha ingaggiato la star del tennis internazionale, che disputerà quest’anno il campionato di A2, il numero 24 al mondo Francisco Cerundolo.

L’argentino ha giocato nei giorni scorsi con la sua Nazionale proprio contro l’Italia in Coppa Davis. Perdendo il match con Janik Sinner in tre set. Un anno d’oro per Cerundolo, esploso a Miami (ha battuto anche Tiafoe), fermato in semifinale da Ruud. A luglio ha vinto il suo primo trofeo Atp a Bastad con vittime illustri come lo stesso Ruud e Carreno Busta. Semifinali ad Amburgo (Atp 1000) battuto dall’azzurro, poi vincitore del torneo, Musetti. E quindi miglior ranking in classifica con il 24/o posto. Con lui a Cagliari anche il fratello Juan Manuel, 120/o nella classifica Atp.

“Il discorso con l’Argentina e in generale con il Sud America – spiega la consigliera del Tc Lodovica Binaghi – si è aperto da tempo. Noi stiamo diventando una base per i giocatori che vengono a disputare tornei in Europa. Per Francisco il tesseramento risale agli inizi dell’anno. Avevamo con noi già il fratello, ora si è aggiunta questa possibilità. Un acquisto importante perché Francisco potrà allenarsi qui e, impegni nei tornei permettendo, anche giocare qualche partita. Ma a noi interessa che possa essere esempio e ispirazione per i tanti giovani che praticano questo sport“.

In squadra anche il connazionale Roman Andres Burruchaga e l’italo-argentino Juan Pablo Ficovich. Anche se l’ossatura rimane composta dai sardi Nicola Porcu, Alberto Sanna, Paolo Emilio Cossu Floris e Mattia Secci, ai quali a turno si aggiungerà uno straniero (non è permesso schierarne più di uno per giornata). Nel team anche il belga Julien Cagnina e lo spagnolo Bruno Pujol Navarro.

“Per i nostri ragazzi – sottolinea il direttore tecnico Martin Vassallo Arguello – la Serie A2 sarà un impegno molto duro, ma come detto il risultato conta poco. L’importante è la loro formazione come giocatori, che passa anche dal coinvolgimento nel programma di atleti di alto livello che, indipendentemente dalla loro presenza in campionato, sono parte del nostro progetto e lo saranno sempre di più. L’intenzione è di coinvolgerli con una frequenza ancora maggiore”.

About Laura Piras

Studentessa della facoltà di Scienze Politiche. Vivo a San Sperate, un paese a circa 20 minuti da Cagliari. Mi piace seguire l'attualità e discuterne. Sono impegnata nel mondo del volontariato da circa 4 anni presso un'associazione di soccorso.

Controlla anche

liverani

Cagliari, a rischio Liverani dopo la sconfitta con il Venezia?

Get Widget Dopo la sconfitta di sabato del Cagliari contro i lagunari, in molti sono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.