Alexa Unica Radio
istockphoto 1169712638 170667a
istockphoto 1169712638 170667a

San Sperate inaugura due nuovi murales

Lunedì 12 alle 18:30 verranno inaugurati a San Sperate due nuovi murales realizzati dall’artista sardo Alessio Zucca e dallo spagnolo Maz.

Tema alla base dei due muri è “umanità”, uno dei concetti portanti del mito della caverna di Platone. L’evento è infatti collegato al Critico Festival, manifestazione organizzata da Home Network e Urban Center. Il festival ruota attorno al testo del filosofo ateniese lasciando ad artisti e intellettuali contemporanei il compito di dialogare tra il mito, e il mondo contemporaneo. A San Sperate gli artisti sono arrivati il 9 settembre, accolti dall’associazione culturale NoArte PaeseMuseo, nata per gestire e implementare il progetto di arte pubblica del paese. L’associazione gestirà anche i due interventi artistici.

Le dichiarazioni

“Tocchiamo sfere dell’umanità diverse, con modalità e tecniche diverse e soprattutto attraverso l’arte. Quest’ultima stimola componenti dell’essere umano sia coscienti che incoscienti che sono anch’essi motore e guida – spiega Daniele Gregorini, direttore artistico del Festival e fondatore di Home Network – noi crediamo che proprio per questa sua caratteristica l’arte possa stimolare corde dell’essere umano e della società utili a favorirne la crescita, comunitaria. Col Critico Festival vogliamo incoraggiare un aspetto, la critica. Questa ha una ricaduta diretta in ambito sociale e culturale. Useremo come chiave di lettura della quotidianità Platone e il suo mito della caverna, diviso però in 4 capitoli fondamentali. Affronteremo ognuno con un artista differente in un luogo ogni volta differente e attraverso modalità altrettanto varie: laboratori, interventi artistici, dibattiti, residenze d’artista partecipate. La finalità sarà stimolare le comunità dall’interno, unire substrato sociale e materico in un’unica operazione di crescita comunitaria, intraprendere azioni di critica costruttiva e propositiva nei confronti della società attuale, dare voce a categorie sociali le quali visioni sono (tenute) distanti”.

Il programma del 12 settembre

Per il 12 settembre è quindi prevista la presentazione al pubblico delle nuove opere a partire dalle 18:30 presso il Giardino Megalitico. Da qui partirà inoltre una visita guidata (gratuita) dagli esperti dell’associazione fra le opere d’arte presenti nel paese. A seguire, un concerto del cantautore Giacomo Zucca in collaborazione con il baloccaio Federico Coni, in arte Maestrodascia. “Per Noarte e per il paese museo è un piacere ospitare una tappa del Critico Festival – spiega la presidente dell’associazione, Manuela Serra – da oltre 50 ospitiamo artisti di tutto il mondo e farlo ora, grazie ad un festival ideato e organizzato dai giovani del network hOMe di Cagliari, ci da una spinta in più per guardare ad un futuro fatto di collaborazioni e contaminazioni”

About Marta Collu

Appassionata di storia dal 1996, amo scrivere da quando ho memoria. Quando non ascolto i podcast di Barbero ascolto le playlist più disparate in base all'umore del giorno (e ovviamente Unica Radio). Lavoro come animatrice in una casa di cura e provo ad affrontare il mondo con gentilezza.

Controlla anche

sciopero senza stipendio

Sit-in a Cagliari, in 70 senza stipendio da febbraio

Get Widget I dipendenti di due aziende di San Sperate scioperano e protestano Senza stipendio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.