Alexa Unica Radio
Raimondo Mameli Orchestra da Camera Wendt

Serata di chiusura per ”Palcoscenici d’Estate”

Un Concerto di Musica Folk sabato 20 agosto dalle 22 in piazza dei Balli ad Allai e a seguire la Festa Finale. Serata di chiusura per concludere in bellezza la IV edizione del Festival “Palcoscenici d’Estate”.

Serata di chiusura per il festival ”Palcoscenici d’Estate”. L’evento è organizzato dal Teatro del Segno, con la direzione artistica di Stefano Ledda e con il patrocinio e il sostegno del Comune di Allai e della Regione Sardegna. Un ricco cartellone fra prosa, musica, danza, cinema, gastronomia e letteratura dal 16 luglio al 20 agosto nel suggestivo paese del Barigadu.

Riccardo Murru all’organetto

Per la chiusura del festival sotto i riflettori Riccardo Murru all’organetto, per un ideale viaggio alla riscoperta di ritmi e temi delle danze popolari dell’Isola. L’artista (classe 1994), ha seguito fin da bambino gli insegnamenti del maestro Dario Lotta, polistrumentista del gruppo etnopop sardo “Janas”, per poi perfezionarsi sotto la guida del maestro Totore Chessa.
Un evento pensato per rievocare l’atmosfera lieta e serena dei giorni di festa nell’evento realizzato in collaborazione con Guilcer Spettacoli. La performance di Riccardo Murru, tra i più brillanti giovani interpreti dello strumento tradizionale sardo, sostituisce l’annunciato appuntamento con il Duo FantaFolk, sospeso nel rispetto dei protocolli anti-Covid19.

Il fascino degli antichi balli sardi

Il fascino degli antichi balli sardi (che con la sua forma circolare rimanda a un’idea di rito collettivo che coinvolge tutta la comunità), rivive ad Allai. Sulle note dell’organetto di Riccardo Murru che risuoneranno nella piazza dei Balli sarà possibile cimentarsi con i tradizionali passi di danza ma anche apprezzare il virtuosismo e la bravura del giovane musicista. Un artista poliedrico, capace di spaziare tra il vasto repertorio della musica tradizionale sarda (ma anche tra danze popolari come la tarantella, la polka, la mazurka e il valzer). Il tutto sfruttando le qualità espressive dell’organetto diatonico, il popolare strumento nato a Vienna e diffusosi in Europa, su cui è possibile eseguire contemporaneamente la melodia e l’accompagnamento, con una ricca tavolozza sonora.

About Marta Collu

Appassionata di storia dal 1996, amo scrivere da quando ho memoria. Quando non ascolto i podcast di Barbero ascolto le playlist più disparate in base all'umore del giorno (e ovviamente Unica Radio). Lavoro come animatrice in una casa di cura e provo ad affrontare il mondo con gentilezza.

Controlla anche

Teatro da Balcone 2

Festival “Percorsi Teatrali”: il 2 agosto Quattro pièces di Teatro da Balcone

Get Widget Viaggio tra storie ed emozioni con Teatro de Balcone. Il 2 agosto dalle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.