Alexa Unica Radio
Buggerru 1904 Gruppo Murales Radio Arancio 1980

Domenica 21 agosto Fluminimaggiore ospita le autrici e gli autori di Muri di Sardegna

Il Vecchio Mulino ad acqua Licheri di Fluminimaggiore farà da cornice all’incontro con l’Associazione Asteras, autrice di “Muri di Sardegna. Luoghi e opere della Street art”

Domenica 21 Agosto, a partire dalle 19.30, la prima guida ai murales e alla Street art dell’Isola pubblicata da Dario Flaccovio Editore. Nella serata al Museo del Mulino, organizzata da START-UNO, cooperativa che gestisce e valorizza il patrimonio storico e culturale di Fluminimaggiore, la Presidente di Asteras Ivana Salis e la Coordinatrice Editoriale Elisabetta Borghi presenteranno al pubblico come è nato Muri di Sardegna. Un patrimonio vasto e diversificato ha sviluppato l’arte urbana della nostra isola.

Fluminimaggiore è stato il primo centro della Sardegna sud-occidentale in cui fiorì il murales a contenuto politico e sociale per iniziativa di un gruppo di giovani. È nel 1974, sotto la spinta del fermento culturale del 1968, che nasce il Circolo Pacifista, centro di aggregazione popolare che affronta politicamente le sfide di una difficile situazione socioeconomica della Sardegna. Successivamente, tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta, è nato il gruppo Murales Radio Arancio, autore dei primi murales realizzati per le strade di Fluminimaggiore. Essenzialità e immediatezza sono alla base del linguaggio figurativo che presenta il gruppo Murales. Rappresentazioni icastiche, spesso accompagnate da scritte, simboleggiano argomenti sensazionali come i bisogni dei lavoratori, la migrazione, l’inquinamento, gli incendi.

Nel 1995, dopo quasi 10 anni di silenzio, le attività riprenderanno sotto il nome di Gruppo Murales Imracchinadoris, aprendo temi sulla storia e le tradizioni locali. Insieme a Imbracchinadoris, negli ultimi anni a Fluminimaggiore sono stati attivi altri operatori. Il loro lavoro racconta la storia del passato minerario, delle attività artigianali e delle feste tradizionali della regione.

“Muri di Sardegna”

Il libro “Muri di Sardegna” è un’originale guida pensata per mettere in luce la vasta gamma di queste caratteristiche dei paesaggi urbani e rurali dell’isola.

“Muri di Sardegna” racchiude oltre 50 anni di storia, 145 comuni, 490 opere con più di 500 immagini, e 50 percorsi dedicati all’arte urbana che si stagliano sulle mura della città e sui muri dei piccoli borghi sardi. Al suo interno sono inoltre presenti tre riviste, una biografia completa dell’autore, un glossario e i riferimenti necessari.

La guida si propone di fornire ai viaggiatori strumenti utili per esplorare e comprendere gli elementi più iconici, dai famosi murales di Orgosolo e San Sperate alla nuova street art di San Gavino Monreale. Dagli anni ’60 agli anni 2000.

Il progetto “Muri di Sardegna” è stato realizzato con il sostegno dei comuni di San Nicolò d’Arcidano, Capoterra, San Sperate, Escolca e Silius e con il sostegno dei comuni di Guspini, Nuoro e Cagliari.

L’associazione culturale Asteras (Associazione Territorio e Arti in Sardegna) ha sede a Cagliari ed è attiva in Sardegna nel campo dei beni culturali e delle arti visive. È composto da storici dell’arte e fotografi che hanno stabilito percorsi di carriera in questo ambito. Tra le sue principali attività, l’associazione contribuisce alla diffusione dei contenuti e delle forme dell’arte contemporanea in ambito nazionale e internazionale.

About Michela Noga

Studentessa del III anno di Lingue e Comunicazione residente a Oristano. Studio inglese e cinese e ho una grande passione per la danza sportiva. Aspiro a lavorare in un contesto internazionale.

Controlla anche

Il ricordo di Grazia Deledda in un murales

Get Widget Il murales in onore di Grazia Deledda, la donna che più rappresenta le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.