Alexa Unica Radio

Ondata di calore marino nel Mediterraneo

Le alte temperature registrate  in tutta Europa hanno scatenato un’ondata di calore marino nel Mar Mediterraneo.

Le alte temperature registrate queste settimane in tutta Europa hanno scatenato un’ondata di calore marino nel Mar Mediterraneo che potrebbe devastare gli ecosistemi.  Infatti le acque tra le isole Baleari spagnole e la costa italiana sono state fino a 5°C più calde rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nell’ultima settimana, tutto il basso Tirreno è su temperature di 30-31°C. La media del periodo è tra i 24 e i 26 gradi. Colpiti anche gli altri mari italiani e le coste mediterranee di Francia e Spagna.

Le ondate di calore marine, che sono molto meno monitorate di quelle di superficie, stanno diventando sempre più frequenti a causa dei cambiamenti climatici. Aggiungendo pressione agli ecosistemi già in difficoltà a causa della pesca eccessiva e dell’inquinamento da plastica.

Nelle ultime settimane, i mari italiani sono diventati oltre 5 gradi più caldi della norma. L’anomalia termica continua senza interruzioni da maggio e continua a crescere. Candidando il 2022 del Mediterraneo a superare anche il tremendo 2003, quando l’eccesso di caldo assorbito dalle acque provocò danni ingenti agli ecosistemi. L’ondata di calore marino in corso dura da più di 70 giorni e colpisce soprattutto il Mediterraneo centrale. E, in parte, il settore occidentale con le coste spagnole.

È quanto emerge dalle mappe pubblicate il 30 luglio dal sistema europeo di rilevazione satellitare Copernicus. A luglio, la temperatura media delle acque è stata di 27°C, contro il valore normale di 24-26°C. Ma alcune “sacche” molto estese sono decisamente più bollenti. Soprattutto quelle attorno alle Baleari e praticamente tutti i mari italiani (con la parziale eccezione dell’Adriatico). Dove l’anomalia termica raggiunge regolarmente i 5°C rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

About Laura Piras

Studentessa della facoltà di Scienze Politiche. Vivo a San Sperate, un paese a circa 20 minuti da Cagliari. Mi piace seguire l'attualità e discuterne. Sono impegnata nel mondo del volontariato da circa 4 anni presso un'associazione di soccorso.

Controlla anche

marcello peghin foto 2

Il chitarrista Marcello Peghin in concerto al Nuraghe Palmavera

Get Widget Proseguono gli appuntamenti della quinta edizione di JazzAlguer, con la direzione artistica di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.