Alexa Unica Radio
Nuraghi, patrimonio Unesco

Nuraghi sardi candidati come “Patrimonio Unesco”

Lanusei ospiterà per un mese la mostra “Io apro all’Unesco”

Protocollo d’intesa per promuovere il patrimonio nuragico dell’Isola a Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. In particolare ieri mattina, a Lanusei, i comuni di Loceri, Arzana, Ilbono, Elini, Bari Sardo e l’associazione ‘La Sardegna verso l’Unesco hanno firmato un protocollo d’intesa che dimostra la sensibilità delle comunità alla valorizzazione del territorio partendo dall’antica civiltà dei sardi. Si tratta di una scommessa che porterà, se vinta, a nuovo modello di sviluppo economico.

“Il patrimonio nuragico sardo rappresenta il miglior argomento che abbiamo per parlare della Sardegna. Non solo anche dei sardi – ha spiegato il presidente dell’associazione, Pierpaolo Vargiu -, inoltre grazie a questo protocollo, rendiamo ancora più forte e incisivo il rapporto con le comunità locali. Le comunità locali sono le vere protagoniste del percorso che deve portare l’intera Sardegna nel patrimonio dell’umanità”. “Con l’aiuto di tutti i sardi – ha sottolineato Vargiu -, infine i nostri nuraghi possono raccontare al mondo una nuova immagine della Sardegna, carica di fascino e di storia”.

“Io apro all’Unesco”

Lanusei ospiterà per un mese la mostra “Io apro all’Unesco”, presentata alla presenza dei sindaci del territorio dall’archeologo e sindaco del Comune di Ittireddu Franco Campus. Lo scopo è quello di far conoscere, valorizzare e promuovere gli straordinari lasciti della Civiltà Nuragica. Civiltà che si sviluppò nel periodo che va dal 1800 a.C. sino al III sec a.C., abbracciando quindi Età del Bronzo, Età del Ferro ed Epoca Storica.

“L’esposizione si inserisce nelle attività a sostegno della candidatura e segue le numerose iniziative che da tempo ormai stanno animando la Sardegna, nelle scuole, nelle piazze e nelle sedi istituzionali – ha concluso – iniziative che hanno riscosso il consenso unanime dei sardi dal Nord al Sud dell’Isola, lungo il percorso tracciato dai nuraghi di cui è disseminato il territorio. In questo modo la Sardegna sta facendo sentire la propria voce”.

About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

birra artigianale boccali spigafoto foodancchips.com .

Mostra itinerante sulle birre artigianali “Sete da Luppoli”

Get Widget Inaugura “Sete da luppoli” la prima mostra itinerante dedicata alle birre artigianali sarde, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.