Alexa Unica Radio
ammonite 197309 1920

L’Università di Cagliari e l’archeologia

Gli studenti saranno a stretto contatto con museo e laboratori per nuovi archeologi del futuro

Mercoledì 13 luglio, alla Cittadella dei Musei “Giovanni Lilliu“, in Piazza Arsenale a Cagliari, si terrà la presentazione del corso di laurea magistrale in Archeologia, una nuova proposta formativa che fa tesoro dell’esperienza di studi e iniziative condotte sui territori dall’ateneo di Cagliari e vuole rispondere ad un crescente fabbisogno di rinnovamento delle conoscenze, metodi e strumenti che caratterizzano il settore.

Il corso

Il corso si propone di formare una figura con adeguate conoscenze e competenze specialistiche, in grado di accedere alle professioni di archeologo, di funzionario di musei, luoghi di cultura e siti archeologici, delle soprintendenze Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, nell’ambito dell’organico del Ministero della Cultura, nel settore delle biblioteche specializzate in archeologia, negli enti locali, in istituzioni impegnate nel campo della ricerca e valorizzazione del patrimonio archeologico, anche a fini turistici e per lo sviluppo sostenibile dei territori, in società private impegnate nel recupero del patrimonio archeologico, nell’editoria e nella pubblicistica specializzata, anche su piattaforma digitale.

I vari tipi di archeologia

A completare le conoscenze generali nell’ambito delle discipline archeologiche tradizionali, l’archeologia preistorica, protostorica, fenicio-punica, greco-romana, tardo-antica, cristiana, medievale, post-medievale, proposte in chiave sarda e euro-mediterranea, fanno ingresso nella nuova laurea anche l’egittologia e l’archeologia copta. Tra gli insegnamenti di carattere più tecnico archeozoologia, archeologia digitale, chimica applicata ai beni culturali, archeometria delle produzioni e archeologia subacquea. Maggiore attenzione è riservata all’asse della gestione e della comunicazione del patrimonio, con l’attivazione degli insegnamenti di Management dei beni culturali e di Archeologia Pubblica e comunicazione dei Beni Culturali.

La partecipazione degli studenti agli scavi

Punti di forza del percorso formativo sono la partecipazione degli studenti agli scavi archeologici dell’università di Cagliari in tutta la Sardegna e la sede principale delle attività nella Cittadella dei Musei, a stretto contatto con gli spazi espositivi del Museo archeologico nazionale, con i laboratori e le collezioni archeologiche dell’università e con la biblioteca di ateneo specializzata negli studi archeologici e storico-artistici. 

About Claudia Atzori

Sono Claudia Atzori. Sono nata nel 1997 e ho la passione per il disegno, la pittura e l'architettura.

Controlla anche

Gender gap negli atenei

Get Widget Solo lo 0,5% di iscritte ai corsi di Tecnologie dell’informazione e della comunicazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.