Alexa Unica Radio
cartelle rottamazione

Cartelle esattoriali: cosa aspettarsi dalla Rottamazione quater?

Ormai è quasi un rito: quando si avvicina la scadenza dell’ultimo rinvio concesso ai contribuenti che hanno dei debiti in sospeso con la Pubblica Amministrazione, ecco che si torna a parlare di una nuova proroga. La situazione attuale per le famiglie italiane è tutt’altro che rosea e anche il mondo politico sembra essersene reso conto: la richiesta di ulteriore tempo a favore dei cittadini è partita da Lega e Movimento 5 Stelle, ma anche le altre forze politiche sono sembrate d’accordo.

Diventa sempre più concreta, dunque, la possibilità che venga varata una Rottamazione quater. L’obiettivo è quello di coinvolgere i contribuenti iscritti a ruolo dal 2018 al 2020. La nuova sanatoria avrebbe un valore ci circa un miliardo di euro: può sembrare una cifra enorme, ma si tratta solo di una piccola percentuale dei crediti non ancora riscossi dallo Stato e soprattutto è arrivato il momento di dare un segnale concreto alle famiglie italiane che, statistiche alla mano, sono sempre più indebitate.

Una rottamazione quater in arrivo per le cartelle esattoriali

Non è più possibile nascondersi: la situazione è molto seria. Le ultime rilevazioni confermano che i livelli di indebitamento delle famiglie italiane è aumentato notevolmente nel corso degli ultimi dodici mesi. Per fortuna esistono strumenti e professionisti che possono aiutare cittadini ed imprese a gestire meglio le loro situazioni debitorie. Ad esempio per avere maggiori informazioni si consiglia di leggere con attenzione questa recensione messa a disposizione da Usciredaidebiti.it incentrata sullo studio Difesa Debitori Spa, che fornisce assistenza per quanto riguarda i debiti nei confronti di banche, società finanziarie, fisco ed altri soggetti.

La volontà di dare un po’ di respiro in più ai cittadini era già stata mostrata con il decreto Sostegni Ter, che aveva rivisto le condizioni stabilite inizialmente per far rientrare nelle agevolazioni un maggior numero di contribuenti. Ovviamente chi beneficia delle agevolazioni deve rispettare le scadenze fissate (tenendo conto che ci sono comunque cinque giorni di tolleranza), effettuando i pagamenti con i bollettini ricevuti direttamente dall’Agenzia delle Entrate.

La rottamazione quater sarebbe importante per permettere alle famiglie ed alle imprese di rialzare la testa. Sono circa 15 milioni i contribuenti che hanno almeno una cartella in sospeso: considerando il quadro storico attuale, con una pandemia da cui si fa fatica ad uscire, una guerra in corso ed un’inflazione che ha fatto aumentare notevolmente il costo della vita, un provvedimento del genere sarebbe più che opportuno.

Cresce l’indebitamento delle famiglie e delle imprese italiane

Ormai da diversi mesi l’inflazione si fa sentire nelle tasche dei privati e nelle casse delle aziende. Prima c’è stato l’aumento dei carburanti, poi il rincaro delle bollette ed ora anche fare la spesa è diventato più pesante per il portafoglio. Gli stipendi, come sempre accade in periodi di inflazione galoppante, sono la cosa che si adegua più lentamente al caro vita, quindi la crescita del numero delle famiglie che fa tanta fatica ad arrivare a fine mese è una conseguenza purtroppo inevitabile.

L’indebitamento in uno scenario del genere viene visto come la strada più semplice per ottenere la liquidità necessaria per far fronte all’aumento delle spese. È un fenomeno che, anche se in maniera disomogenea, si può notare in ogni parte dello Stivale. Purtroppo i livelli di indebitamento più elevati sono quelli a carico delle famiglie che sono maggiormente in difficoltà economica. Il problema è che spesso le difficoltà e l’urgenza spingono le persone a prendere decisioni affrettate e, spesso, sbagliate.

Come si esce da una situazione simile?

Chi fa fatica a pagare le rate di un finanziamento può ritrovarsi inserito nell’elenco dei cattivi pagatori e per lui diventerà ancora più complicato reperire risorse tramite le tradizionali vie legali. Non è possibile conoscere le dimensioni reali del fenomeno dell’usura, ma non ci sono dubbi sul fatto che in questo periodo tanti privati e tante imprese si siano rivolti a soggetti poco raccomandabili, ritrovandosi ancora più schiacciati dai debiti.

Una situazione simile era accaduta non molto tempo fa, durante la fase più dura della pandemia. Come si può rimediare ad una situazione del genere? C’è chi chiede una nuova iniezione di liquidità nel mercato, in modo da dare respiro all’economia. Ma si tratterebbe di una toppa (comunque necessaria), così come lo sarebbe la nuova rottamazione delle cartelle esattoriali. Ma servirebbe anche una campagna di informazione mirata, che aiuti cittadini ed imprese a conoscere tutti gli strumenti che possono aiutarli a gestire al meglio i loro debiti.

About Redazione

Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.