Alexa Unica Radio
Sarroch giornate cultura ambientale

Sarroch: al via le “Giornate della cultura ambientale”

Erbe spontanee e antica medicina sarda: incontri tra natura, cultura e tradizioni

I Comuni di Sarroch e Villa San Pietro organizzano le “Giornate della cultura ambientale”. Si tratta di due giorni di conferenze, dibattiti presentazioni di libri ed escursioni. L’obiettivo: celebrare il rapporto tra la natura e l’uomo. In particolare si discuterà di botanica, antropologia culturale. Non solo saranno rispolverate anche le antiche tradizioni che legano la cucina sarda alle erbe spontanee.

Il primo appuntamento sarà a Villa Siotto, a Sarroch, venerdì 24 giugno alle 17,30. Al centro del dibattito le specie arboree spontanee e degli usi e tradizioni ad esse legate, partendo dalla festa di san Giovanni e dal rito del comparatico. Mentre il giorno seguente, sempre alla stessa ora, nel centro ” Cavalier Spiga” di Villa San Pietro la discussione si sposterà sull’affascinante rapporto tra le erbe officinali e l’antica medicina popolare sarda.

Medicina popolare sarda

La medicina popolare sarda si esprimeva nei tre momenti fondamentali della gestione della malattia: la diagnosi, la cura e gli elementi di natura diversa usati nella cura. Parliamo di una struttura di sistema che si è conservata praticamente fino alla vigilia della seconda guerra mondiale. Soprattutto esercitava un ruolo di preminenza, in termini di diffusione delle terapie, nei confronti della medicina ufficiale che stentava a penetrare in modo capillare nelle comunità. Le barriere che impedivano la diffusione della medicina convenzionale nella società agropastorale erano di carattere economico, culturale e geografico. Barriere che sono scomparse con quel profondo processo di trasformazione economica, sociale e culturale affermatosi in tutta l’Europa a partire dalla fine della seconda guerra mondiale. Ragione per la quale la società agropastorale è stata sostituita da una comunità di tipo industriale. All’interno della nuova società anche la gestione della malattia ha assunto un’organizzazione completamente diversa.

Entrambi gli appuntamenti avranno particolare attenzione nei confronti del sardo, lingua veicolare per trattare gli argomenti la centro del dibattito. Agli incontri parteciperanno gli amministratori comunali , botanici, antropologi ed esperti di lingua sarda. L’ingresso per assistere ai due incontri sarà gratuito.

About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

Riciclo dei RAEE, Italia indietro rispetto ai target Ue

Get Widget L’aumento del tasso di riciclo dei RAEE genererebbe notevoli benefici ambientali, con una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.