Alexa Unica Radio
Grazia Deledda

Al via la quarta edizione della rassegna “Dialoghi di carta”

Venerdì a Olbia la lezione conferenza su “Grazia Deledda, una donna per il Nobel” per il progetto letterario della “Fabbrica Illuminata”

Anteprima venerdì a Olbia della quarta edizione della rassegna di invito alla lettura “Dialoghi di carta”. Sarà in collaborazione con la rassegna letteraria “Il filo del discorso” alla biblioteca civica Simpliciana dove alle 18 si terrà la lezione – conferenza dal titolo “Grazia Deledda: una donna per il Nobel”.

Nella conferenza inoltre ci sarà un confronto tra la scrittrice Rossana Copez con il linguista e filologo dell’Università di Sassari Dino Manca, curatore della riedizione critica del romanzo di Grazia Deledda “Cosima” (casa editrice Edes, 2016).

L’incontro

L’incontro è arricchito dall’intervento di Elena Pau che leggerà alcuni brani del volume e audiolibro “Cosima” di Grazia Deledda, fresco di uscita per edizioni Taphros. Il libro è curato da Bepi Vigna sulla scorta dell’edizione critica del romanzo deleddiano realizzata da Dino Manca. Mentre nell’audiolibro la voce narrante di Elena Pau è accompagnata dalla partecipazione straordinaria della cantante Elena Ledda. La cantante ha firmato le musiche con il compositore e polistrumentista Mauro Palmas. Invece le illustrazioni sono firmate da Gildo Atzori.

“Cosima non è un romanzo di Grazia Deledda – spiega Rossana Copez –, è Grazia Deledda che si fa romanzo. In Cosima è la scrittrice che racconta e il lettore ha la sensazione di vederla, di parlarci e perfino di ascoltarla. Ecco il perché di questo audiolibro della Taphros edizioni, un’edizione critica del prof Dino Manca. La voce dell’attrice Elena Pau, se chiudiamo gli occhi per sentirla meglio, diventa la Deledda in persona che ci racconta la sua vita. Dei suoi sogni e della sua passione per la scrittura”.

Ricco di spunti è il percorso tematico proposto nella lezione – conferenza:

  • mondo delle origini e mondo d’inappartenenza;
  • Cosima, romanzo testamento, del nostos e della memoria;
  • la modernità della Deledda e i tratti caratteristici della sua narrativa;
  • la rappresentazione della Sardegna consegnata all’Italia e all’Europa dalla scrittrice stessa;
  • il sistema sardo e quello italiano, ossia il conflitto dei codici e l’operazione deleddiana;
  • perché la Deledda, premio Nobel, non è mai considerata dalla critica italiana e marginalizzata nelle storie letterarie.

I



About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

gainfranco cabiddu

Terminano i Cineconcerti di Sinestesie

Get Widget Terminano i CineConcerti di Sinestesie Si chiude la sesta edizione della rassegna Sinestesie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *