Alexa Unica Radio
Rapporto FAO
Rapporto FAO

Rapporto annuale Fao-Programma alimentare

“la popolazione in crisi alimentare è quasi raddoppiata tra il 2016 e 2021”

La fame nel mondo è una piaga destinata ad allargarsi sempre di più. E’ questa la triste conclusione emersa dal consueto rapporto annuale Fao-Programma alimentare Onu-Ue. Secondo lo studio nel 2021 le persone colpite da grave insicurezza alimentare sono state quasi 200 milioni, con numeri destinati a salire. In particolare l’emergenza fame riguarda 193 milioni di persone in 53 Paesi/territori per colpa di conflitti, shock economici sui prezzi e dovuti anche alle conseguenze del Covid, e condizioni climatiche estreme.

 “Il numero è in aumento

Quasi 40 milioni, rispetto al 2020. La popolazione in crisi alimentare o in una situazione ancora peggiore è quasi raddoppiata tra il 2016 e 2021, con aumenti costanti ogni anno dal 2018.

I Paesi classificati nella fase più grave di insicurezza alimentare acuta sono: Etiopia, Sud Sudan, Sud Madagascar e Yemen. In questi 4 quattro territori il numero di persone che si trova nella fase di “catatrofe” (Fase 5) è aumentato del 571% passando da circa 93mila persone nel 2016 a 570mila nel 2021 e si registra un diffuso rischio carestia e morte.

Nella fase 4, quella di emergenza e sull’orlo della fase più grave, si trovano invece 40 milioni di persone in 36 Paesi. Sei Paesi, Repubblica Democratica del Congo, Afghanistan, Etiopia, Sudan, Siria e Nigeria rappresentano circa i due terzi dell’aumento totale e costituiscono la maggior parte dell’aumento dell’80% (da 108 a 193 milioni) dal 2016.

Le previsioni non sono incoraggianti. Circa 179-181,1 milioni di persone in 42 dei 53 paesi/territori, dove le proiezioni sono disponibili. Si prevede che saranno nella fase di crisi o nella fase più grave nel 2022. Di queste, 329.000 probabilmente dovranno affrontare la catastrofe in Somalia (81.000 persone), Sud Sudan (87.000 persone) e Yemen (161.000 persone). E a fronte di un ulteriore aumento dell’insicurezza alimentare acuta anche l’importo di denaro stanziato per i settori alimentari in 55 paesi/territori in crisi alimentare nel 2020 è stato il più basso registrato nei cinque anni del GRFC.

About Barbara Santagati

Nata il 16 Novembre 1995 a Cagliari. Laureanda in Beni culturali e spettacolo. Mamma di Leo.

Controlla anche

GIUNTA SARDEGNA

Aree di crisi industriali, per Sardegna arrivano 10,2 mln

Get Widget Centotrenta milioni di nuova finanza per le imprese della Sardegna dalla Giunta La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.