Alexa Unica Radio
La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi©SABINAMURRUFOTO 2

Al Lazzaretto di Cagliari va in scena “La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi”

Tragedia epica a cura di Batisfera Teatro

18 appuntamenti in 10 giorni di programmazione e lo spiegamento di dieci chili di orsetti di zucchero
con gli attori Valentina Fadda e Leonardo Tomasi, la regia e drammaturgia di Angelo Trofa,
le musiche di Chiara Effe e la voce fuori campo di Tino Petilli.

Caramelle come eroi tragici

“Sembrava impossibile e utopica l’impresa di trasformare delle semplici caramelle in eroi tragici, ma era importante che fossero proprio loro i protagonisti di questa nuova piccola Iliade”. Dal 12 al 22 maggio al Lazzaretto di Cagliari va in scena “La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi”, tragedia epica da tavolo per adulti a cura della Compagnia Batisfera, con gli attori Valentina Fadda e Leonardo Tomasi, la regia e drammaturgia di Angelo Trofa, le musiche di Chiara Effe e la voce fuori campo dell’attore Tino Petilli.
Diciotto appuntamenti disseminati in dieci giorni, un massimo di venticinque partecipanti per ogni replica e duemila orsetti gommosi. Sono queste le coordinate di quella che si configura come una piccola grande opera epica contemporanea messa in scena dalla compagnia cagliaritana; che ha bagnato il suo debutto nel 2019 al Festival Strabismi di Cannara e nel 2020 ha ricevuto l’importante invito per il festival “In Scena!” di New York. Uno spettacolo teatrale che si realizza su un tavolo, che diviene il campo di battaglia di un piccolo colossal nel quale ogni aspetto è minuziosamente studiato in cui si compirà il destino di un popolo. La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi è una metafora della storia contemporanea, in cui gli attori si incalzano scambiandosi i ruoli, le voci, i punti di vista, attraverso l’utilizzo di diversi registri per dar voce ad una battaglia tra due mondi inconciliabili.

Il sogno americano

“La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi debutta finalmente a Cagliari, dopo l’esordio nel 2019 al Festival Strabismi di Cannara che da subito ha raccolto una straordinaria accoglienza”, racconta Angelo Trofa, direttore della Compagnia Batisfera. “In pochi mesi abbiamo partecipato a tanti festival nazionali, accogliendo con entusiasmo l’invito del festival In Scena! di New York del 2020. A causa dell’emergenza pandemica, però, abbiamo dovuto rinviare la nostra partecipazione alla rassegna statunitense, sospendendo le nostre attività per quasi due anni. Ora che la situazione sanitaria volge verso un progressivo miglioramento, le prospettive di tornare nella Grande Mela sono concrete e dovremmo poter recuperare le date oltreoceano nel prossimo autunno.

La struttura dell’opera

La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi rappresenta un passaggio importante nella storia della nostra compagnia, perché per anni è stato un progetto irrealizzabile. Sembrava impossibile e utopica l’impresa di trasformare delle semplici caramelle in eroi tragici, ma per noi era importante che in scena ci fossero proprio loro. Batisfera lavora da tempo sulla commistione dei generi, con il comico che diviene tragico e viceversa, e i protagonisti di una nuova piccola Iliade per noi dovevano necessariamente essere quelle caramelle. L’opera è una favola per adulti che narra della sconfitta e della tensione verso azioni inspiegabili, ma aderenti alla propria natura. Abbiamo creato un mondo immaginario dove lo spettatore riesce a sentirsi a casa. Il grande lavoro è consistito nel tradurre i codici teatrali, ridurre il linguaggio della scena a dimensione di tavolo. Gli spettatori diventano i giganti che osservano lo svolgersi di una storia piccola nella forma, ma grande nell’orizzonte del racconto.”

La ballata degli Orsetti

Nei giorni della rappresentazione, i partecipanti saranno accolti da uno speciale allestimento ideato da Filippo Grandulli con le grafiche di Daniele Coppi, che permetterà al pubblico di immergersi nel mondo degli orsetti fin dal primo istante. Nei giorni di spettacolo sarà presentato, inoltre, il libro “La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi” edito da Hortus Libri nella collana Parole Mai Scritte. Per il debutto cagliaritano verrà presentata in anteprima assoluta “La ballata degli Orsetti”, canzone scritta appositamente per lo spettacolo dalla cantautrice Chiara Effe accompagnata da un videoclip di Micaela Cauterucci. Il trailer dello spettacolo è a cura di Leonardo Tomasi, le foto di Sabrina Murru, le elaborazioni audio di Quarantacinque Audiolibri e Doppiaggio, gli elementi illuminotecnici di Luca Carta. “La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi” è realizzato in collaborazione con il Lazzaretto di Cagliari, la cooperativa Sant’Elia 2003 e la Compagnia LucidoSottile. L’evento cagliaritano è possibile, inoltre, grazie al supporto di Sweet Flamingo e Coccodi.

La trama

“La Grande Guerra degli Orsetti Gommosi” racconta la storia degli Orsetti Gommosi; la cui nazione si risveglia dal suo pacifico torpore per intraprendere una guerra senza speranza contro la confinante nazione dei Dinosauri. Per ogni essere di buon senso è evidente che lo scontro tra piccoli orsi di caramella ed enormi rettili preistorici si risolverà necessariamente a favore di questi ultimi. Eppure la guerra si svolge, e tutta la nazione si prepara a sostenere l’azione bellica. Dal canto loro i Dinosauri, pur non comprendendo il gesto, si adeguano alla folle volontà dei loro nemici. L’Esercito degli Orsetti Gommosi sarà sbaragliato e della loro nazione non resterà nulla. I protagonisti assumono la proporzione adatta alla loro storia tragica; in cui si racconterà della loro volontà votata a un’inspiegabile e gloriosa autodistruzione ascoltando, di contro, anche le voci dei Dinosauri, con divertenti siparietti di uno stato razionale e burocratico. L’obiettivo della messa in scena è costruire la mitologia di un prodotto industriale; prescindendo dalla sua funzionalità e rappresentando un mondo lacerato tra perpetuo infantilismo e desiderio di tragicità.

Il tema dell’opera

Il tema di questo lavoro teatrale è l’indagine sull’elemento incomprensibile dell’animo umano, quello che spinge alle azioni a dispetto del buon senso e del tornaconto. La scintilla incommensurabile, affascinante e paurosa, che riduce la nobiltà d’animo al nichilismo, la disperata ricerca di senso che porta una nazione di orsetti alla fine. Lo spettacolo ha debuttato nel 2019 al festival Strabismi di Cannara (PG) ed in breve tempo ha partecipato a numerosi festival tra i quali: Festival Dominio Pubblico 2019 (Teatro India, Roma); Hortus Conclusus 2019 (Novi Ligure); Little Bit Festival 2021 (Livorno); Incanti 2021 (Torino); Play With Food 2021 (Torino); Teatri in via di Estinzione (Sassari).

La compagnia e le sue origini

Batisfera è una compagnia teatrale fondata nel 2008, necessariamente contemporanea che ha sede a Cagliari. Da quasi quindici anni lavora nella ricerca di una strada artistica indipendente, cercando un equilibrio tra tragicità e risate, angoscia e commedia. I suoi componenti sono Valentina Fadda ed Angelo Trofa e spesso collabora con numerosi artisti. Batisfera debutta con lo spettacolo “La Trilogia del Male” inserito all’interno della rassegna “Loro di Sardegna”, organizzata dal Teatro Stabile d’Innovazione Akròama di Cagliari. Nel 2009 produce due nuovi spettacoli “Lingua di Vitello” che ha preso parte alla prima edizione del Torino Fringe Festival e “Indagine sullo spietato Pallino”, inserito nella rassegna milanese “Fuorifesta 2009” organizzata dal Teatro Arsenale. Nel 2012 produce due nuovi lavori “Il Calapranzi” di Harold Pinter e “La Cena” di Jean-Claude Brisville.

I loro diversi lavori

Nel 2013 realizza “S.A.D. Spettacolo Altamente Democratico”, un progetto ambizioso e originale con il coinvolgimento di un cast numeroso e la partecipazione del pubblico. Nel 2014 va in scena con “La sesta domanda”. Nel 2016 Batisfera vince il Pitch Contest cagliaritano organizzato da Sardegna Teatro con lo spettacolo “Come Sto”; in seguito coprodotto da Sardegna Teatro e da Akròama. L’opera viene, inoltre, selezionata per il Torino Fringe Festival del 2017 e nello stesso anno produce lo spettacolo “IBAN”. Nel 2018 nasce lo spettacolo “Cinquanta cani e modi per essere felici”. Nel 2019 la compagnia viene selezionata tra i finalisti del Festival Strabismi con il primo studio dello spettacolo “La grande guerra degli Orsetti Gommosi”; in seguito lo spettacolo è stato scelto per rappresentare la scena italiana nel Festival InScena! di New York. Nello stesso anno debutta con lo spettacolo “Teresa, ovvero ciò che il pesce non disse” aprendo la quinta edizione del Family Festival di Cagliari. Dal 2013 la compagnia ha preso parte attivamente al progetto ExArt Teatro collaborando insieme alle Compagnie LucidoSottile e Teatro Impossibile alla creazione e gestione di uno spazio culturale autonomo e indipendente nel centro di Cagliari.

Il luogo

Il Lazzaretto di Cagliari, Centro polifunzionale d’Arte e Cultura (situato in Via dei Navigatori, 1) ospita esposizioni e mostre temporanee, offre noleggio spazi, area convegni, workshop, attività formative,attività di spettacolo, concerti, Spazio lettura e attività didattiche, escursioni naturalistiche, spazio caffetteria e altro ancora.

About Daniel Cadeddu

Mi piace studiare le lingue, guardare serie tv, anime e praticare diversi sport.

Controlla anche

Siddi Chiesa San Michele jpeg

Monumenti aperti XXVI edizione

Get Widget Il 21 e 22 Maggio a Genoni, Siddi e Villanovaforru Dopo la versione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.