Alexa Unica Radio
teatro

Tra case sparse e il web riparte “Non è teatro”

Nel ponte Pasquale, 3505 persone hanno visitato i siti culturali di Barumini, tornando sui livelli del 2019.

Spettacoli e masterclass, in presenza e in streaming, sul web, ma anche all’aria aperta, tra giardini e cortili “di case sparse”. Riparte a Cagliari “Non è teatro anno II”, “rassegna audiovisiva innovativa, la prima e unica in Italia, nel segno dell’ incontro tra arte e solidarietà”; spiegano Fabio Marceddu e Antonello Murgia, attori e registi del Teatro dall’armadio.

Sono gli ideatori del format, sperimentato l’anno scorso durante l’emergenza sanitaria, e che ora viene riproposto in forma mista. Il cartellone, dal 27 aprile all’8 maggio, si snoda tra debutti di nuove collaborazioni e la riproposizione di spettacoli storici “ripensati” per i nuovi supporti e spazi scenici. Due settimane di appuntamenti, anticipati da alcune anteprime. Tra i protagonisti Lia Careddu, Rossella Faa, Tiziana Pani, Cristiana Cocco, Renzo Cugis Vanessa Podda, Fabio Marceddu, Antonello Murgia , Lucidosottile e Rossolevante “per indagare nuove forme di fruizione artistica come il teatro in luoghi altri all’aria aperta. Aggiunge Fabio Marceddu che spiega: “Non è teatro è teatro di comunità digitale, e condivisione di intenti ed ha la sua casa in streaming; direttamente presso il centro d’arte dell’ Exma, e le altre case/giardini e location sono luoghi sempre a Cagliari che danno all’arte un senso di libertà”.

Le drammaturgie messe in onda

La compagnia si occuperà di creare drammaturgie e sceneggiature originali da mettere “in onda e in scena” di volta in volta con gli stessi musicisti, danzatori, performer, attori, cantanti, videomaker sia in presenza che in modalità remota. In cartellone; La festa di Libertazione, la Festa dei “Love-attori” il 27 aprile, Primavera in ritardo II e la festa dei love attori II il 4 maggio; “Baijica”, l’oncomondo (il mondo del male oscuro si illumina di arte e di speranza) il 6 maggio; la panchina vuota e Amore e Tandos il 7 maggio. Infine la riprese di Oja oh mà, di Francesco Abate con Fabio Marceddu e Rossella Faa in chiusura ed in presenza l’ 8 maggio.

About Daniel Cadeddu

Mi piace studiare le lingue, guardare serie tv, anime e praticare diversi sport.

Controlla anche

Literary fight club

Nuoro. Giovedì 26 maggio “Literary Fight Club”

Get Widget La prima rassegna letteraria in Sardegna in cui due autori si affrontano su …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.