Alexa Unica Radio
telemedicine

Sanità sarda: 97 milioni per l’innovazione tecnologica

Il Presidente Solinas e il nuovo modello che pone al centro il cittadino. La Regione ha deciso di accelerare sull’innovazione tecnologica dei servizi sanitari.

La Giunta ha programmato le risorse per la Sanità destinate alla digitalizzazione e allo sviluppo della telemedicina. Nonché all’ammodernamento delle grandi apparecchiature negli ospedali dell’Isola. È quanto previsto nel piano d’attuazione della Missione 6 (Salute) del Pnrr e del Pnc per la Sardegna. Complessivamente mettono a disposizione della sanità dell’Isola oltre 270 milioni di euro. A cui si aggiungono 21,6 milioni di cofinanziamento regionale.

Nel piano, approvato dalla Giunta regionale, 47,4 milioni sono destinati alla digitalizzazione degli ospedali; classificati come Dipartimenti d’emergenza e accettazione (DEA) di primo e secondo livello; con l’implementazione dei sistemi di televisita; teleconsulto; telemonitoraggio (ad esempio per la nefrologia, diabetologia, cardiologia e pneumologia); l’integrazione dei sistemi informatici; informativi e il potenziamento dell’infrastruttura Ict.

Ammontano invece a 49,5 milioni di euro le risorse programmate per l’ammodernamento delle grandi apparecchiature ospedaliere. “L’innovazione tecnologica dei nostri ospedali rappresenta una parte importante del piano che abbiamo approvato, anche in termini di risorse – dice il presidente della Regione Christian Solinas.

Con la nuova programmazione non andremo solo a realizzare gli ospedali di Comunità, le Case della Comunità e le Centrali operative territoriali, le strutture intermedie che rappresentano la base di nuovo modello di sanità, moderno e sostenibile, che pone al centro il cittadino con le sue necessità.

Ammodernamento delle grandi apparecchiature ospedaliere

I finanziamenti del piano rappresentano un’importante opportunità per l’ammodernamento tecnologico dei presidi isolani. Ma la programmazione del Pnrr non esaurisce il numero di interventi da realizzare su questo fronte e che andranno ad aggiungersi a quanto già fatto finora.

Quasi 4 milioni per l’Asl 1 per l’acquisto di due Tac 128 strati (rispettivamente destinate all’Civile di Alghero e al Segni di Ozieri), due risonanze magnetiche da 1,5 Tesla (ancora per il Marino e il Segni), un telecomandato digitale per esami di pronto soccorso (Civile di Alghero), un tomografo computerizzato (Segni), tre ecotomografi multidisciplinari (Marino, Civile e Segni) e un densitometro osseo (Marino).

Poco più di 2,9 milioni sono invece le risorse programmate per la Asl 2 per l’acquisto di due ecotomografi multidisciplinari (destinati al Giovanni Paolo II di Olbia e al Paolo Dettori di Tempio) a cui si aggiungono un ecotomografo ginecologico, due risonanze magnetiche da 1,5 tesla e una Tac 128 strati (destinati al Giovanni Paolo II).

About Alessio Zanata

Leggo libri. Ascolto la radio.

Controlla anche

Questura, truffa, reddito di cittadinanza

Truffa da 4 milioni sul reddito di cittadinanza, 140 denunciati a Cagliari

Get Widget Al vaglio della Polizia la posizione di altre 478 persone La Polizia di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.