Alexa Unica Radio
download 13
download 13

Progetto Life Elife, al via campagna di segnalazione dello squalo elefante

Naviganti, pescatori e più in generale fruitori del mare sono invitati a segnalare la presenza dello squalo elefante all’Area Marina Protetta di Tavolara-Punta Coda Cavallo

Naviganti, pescatori e appassionati di mare invitati a segnalare l’avvistamento dello squalo elefante o cetorino nell’Area Marina Protetta di Tavolara-Punta Coda Cavallo. Si tratta di un innocuo squalo mangiatore di plancton, presente anche nel Mar Mediterraneo e seconda specie di pesce più grande del nostro pianeta. Questo pesce, all’inizio dell’estate migra lungo le coste del Nord della Sardegna.

L’iniziativa è una delle azioni previste dal progetto Life Elife, co-finanziato del programma Life dell’Unione Europea. Esso mira a migliorare la conservazione di alcune specie di elasmobranchi (squali e razze) nel Mar Mediterraneo, promuovendo pratiche di conservazione nel contesto della pesca professionale, in alcuni porti italiani, greci e ciprioti, e nelle aree marine protette di Tavolara e delle isole Pelagie.

Durante la loro migrazione, gli squali elefante sono vittime non solo di pesca accidentale, ma anche della presenza di barche e motoscafi, che possono scontrarsi con loro o disturbarli. Naviganti, pescatori e più in generale fruitori del mare sono invitati a segnalarne la presenza all’Area Marina Protetta di Tavolara-Punta Coda Cavallo, partner del progetto, usando l’app gratuita SharkApp, aiutando così gli studiosi a monitorare gli squali elefante durante la loro migrazione.

Lo squalo elefante

Lo squalo elefante detto anche cetorino o squalo pellegrino, è un pesce cartilagineo, unico membro attuale del genere Cetorhinus e sola specie esistente della famiglia dei Cetorinidi. Ha una lunghezza media di 10 metri ed una massima che può raggiungere i 12. Questo squalo è considerato il secondo pesce più grande attualmente vivente sulla Terra dopo lo squalo balena.

E’ facilmente riconoscibile grazie all’alta pinna dorsale e alla bocca che viene distesa al massimo quando si nutre. Lo squalo elefante è presente negli oceani e nei mari temperati. E’ imponente, lento e privo di aggressività. Il suo nome in inglese, Basking shark, si può tradurre in «squalo che si crogiola al sole», questo squalo è assolutamente innocuo per l’uomo. Questo gigante dei mari si nutre principalmente di plancton, alghe o animali microscopici che assorbe attraverso la grande bocca.

Come molti squali, anch’esso figura tra le specie minacciate e la sua diversità genetica non sembra essere molto elevata. Sebbene non si disponga di dati precisi sulla sua popolazione totale, la specie è considerata in pericolo.

About Valentina Matzuzi

Sono una studentessa in Scienze della Comunicazione all'università di Cagliari. Ho 22 anni e vivo a Cagliari.

Controlla anche

sub 2296460 1920

Progetto MedFever, 67 sensori per studiare la temperatura del mar Tirreno

Get Widget MedFever, per monitorare l’impatto del cambiamento climatico sull’ecosistema marino MedFever è il progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.