Alexa Unica Radio
Lovari Alessandro d0 comunicazione

La comunicazione universitaria durante la pandemia da Covid-19

Concrete: per una comunicazione universitaria inclusiva e sostenibile anche nelle emergenze

Domani, giovedì 31 marzo, dalle 10 alle 12,30, l’aula A – viale Fra Ignazio n. 76 – si tiene il convegno finale e la presentazione dei risultati del progetto di ricerca interdisciplinare Concrete (Comunicazione sostenibile e inclusiva in casi di emergenza negli atenei).

L’analisi sui comportamenti di diciannove atenei italiani durante la pandemia è stata curata dagli specialisti del dipartimento di Scienze politiche sociali. Domani il convegno finale – accessibile anche da remoto – viene aperto da Francesco Mola ed Elisabetta Gola

I membri del team di comunicazione

Il team di ricerca è coordinato da Alessandro Lovari. Ai lavori hanno preso parte anche i docenti Mariano Porcu e Marco Pitzalis, borsisti di ricerca, ricercatori ed esperti dell’Università La Sapienza, dell’Istat e dell’Aicun. Tra i partner anche l’Istituto Piepoli. In avvio il convegno prevede i saluti del rettore, Francesco Mola, e della prorettrice alla Comunicazione e all’immagine, Elisabetta Gola. Al termine degli interventi dei curatori della ricerca, alle 12 si tiene la tavola rotonda su “Traiettorie e pratiche di comunicazione e orientamento”. Al dibattito, moderato da Claudia Onnis (Formez Pa), prendono parte Francesca Maffini (capo-ufficio stampa ministero Università e ricerca), Serenella Ravioli (direttrice comunicazione Istat), Francesca Comunello (Università Sapienza, Roma), Laura Nota (Università Padova) e Paola Scioli (Aicun-Associazione italiana comunicatori università). Per la partecipazione all’evento è necessaria l’iscrizione. Il convegno sarà accessibile a distanza sulla piattaforma Teams, grazie al servizio di live streaming a cura di Efis.

La presentazione delle linee guida della comunicazione durante una crisi

Dallo studio emergono le linee guida per la comunicazione di (future) emergenze negli atenei pubblici di grandi dimensioni. Finanziato dal Mur (ministero Università e ricerca) nel quadro del bando Fisr Covid-19 del 2020, Concrete – ha sviluppato una ricerca di analisi quantitativa e qualitativa su come i diciannove atenei pubblici di grandi dimensioni (classificati dal Censis) hanno gestito le attività di comunicazione digitale e di orientamento durante la crisi pandemica, in particolare nelle relazioni con studenti/esse, mass media, scuole, e famiglie. In particolare, sono utilizzate 1) indagine Cawi (Computer assisted web interviewing – raccolta dati basata su questionari via web); 2) due indagini Cati (Computer assisted telephone interviewing, tecnica d’indagine telefonica); 3) analisi contenuto sezioni Covid-19 dei siti web istituzionali; 4) attività di scraping quali-quantitativa (tecnica informatica per ricavare dati da web, su pagine facebook dei diciannove atenei per l’anno accademico 2020/2021.

Il progetto prevede la definizione di modelli sostenibili di comunicazione e di riorganizzazione in modalità digitale delle attività comunicative. Attenzione specifica è dedicata alla comunicazione dei dati e alla contestualizzazione delle statistiche nei flussi istituzionali. Inoltre, i ricercatori hanno curato anche l’inclusività dei messaggi. Da ricerche e sulla base della letteratura scientifica del settore, sono redatte le linee guida per la comunicazione universitaria in casi di emergenza e di crisi. Il progetto ha avuto carattere interdisciplinare, tanto per la natura delle competenze coinvolte, quanto per la varietà dei metodi di ricerca adottati e delle tecniche di analisi utilizzate.

Finalizzato alla messa a punto, con una prospettiva sostenibile e inclusiva, delle linee guida per la comunicazione di (future) emergenze nelle università pubbliche di grandi dimensioni, il progetto ha evidenziato la garanzia e la trasparenza delle informazioni e il coinvolgimento dei diversi pubblici interessati, in modo da ridurre la diffusione di messaggi scorretti e/o non accurati.

About Lorenzo Puddu

Sono nato a Cagliari, l'11 aprile del 1998. Studio presso l'università di Cagliari e sono iscritto al corso di laurea in scienze della comunicazione. Attualmente vivo a Selargius.

Controlla anche

start up

La Sardegna patria per start up

Get Widget Sono passati 42 anni dalla nascita del Crs4 in Sardegna. Oggi sono 221 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.