Alexa Unica Radio
barboro e proietti

Sala Sassu, il duo Barboro – Proietti esegue la Turandot di Puccini

Ultimo appuntamento dei Lucca Puccini Days 2021, in programma al teatro del Giglio, mercoledì 22 dicembre alle 21, l’opera Turandot. Sarà eseguita dal duo pianistico Maurizio Borboro-Claudio Proietti.

Per l’ultimo appuntamento dei Lucca Puccini Days 2021, in programma al teatrodelgiglio mercoledì (22 dicembre) alle 21, un appuntamento di grande fascino e interesse. Si è scelto, infatti, di dedicare la serata all’opera Turandot, a cento anni dalla stesura dell’originale (1921). Dell’ultima opera del maestro sarà eseguita dal duo pianistico Maurizio Barboro-Claudio Proietti in prima assoluta la trascrizione del primo atto per due pianoforti firmata da Gianluca Verlingieri.

Completano la scaletta del concerto l’Ouverture da Il Flauto magico di W. A. Mozart trascritta per due pianoforti da F. Busoni e le Fantasie (Tableaux) op. 5 di S. Rachmaninov.

Cent’anni fa, nel 1921, Giacomo Puccini faceva ascoltare per la prima volta, al pianoforte, il primo atto della sua nuova opera, Turandot. Ci stava lavorando dall’anno precedente. Le successive vicende creative, tuttavia, furono molto più tortuose e tormentate e, il 29 novembre 1924 il compositore morì lasciando l’opera incompleta. Il tronco da lui compiuto (i primi due atti e metà del terzo) resta uno dei suoi più alti capolavori e rappresenta insieme l’ultima testimonianza della grande tradizione dell’opera italiana e uno dei momenti fondamentali del teatro musicale del Novecento. Al suo interno il primo atto è un organismo perfetto. Esso ci dona un’infinita ricchezza di elementi tematici, una costruzione drammaturgica irresistibile, un impeccabile equilibrio formale, un’audace tensione architettonica. Puccini sa unire la sapienza della tradizione con le soluzioni più moderne mutuate, per esempio, dal cinema.

Turandot, primo atto 

Il primo atto di Turandot è anche un grande spettacolo al quale concorrono un’orchestra enorme, un coro vastissimo, otto cantanti solisti, schiere di figuranti nei costumi di guardie imperiali, servi del boia, sacerdoti, mandarini, popolani e chi più ne ha più ne metta. È un insieme di accecante bagliore che rischia di mettere in ombra la trama fitta e lucidissima del tessuto compositivo. Proprio quest’ultimo è invece l’unico motore della “scarnificata” trascrizione per due pianoforti, commissionata dal duo Barboro – Proietti e realizzata dal compositore Gianluca Verlingieri con l’autorizzazione di Casa Ricordi. Audacemente essa rinuncia perfino alla parola cantata per puntare dritto all’essenza musicale del dramma nella certezza che la pregnanza della lingua di Puccini sappia raggiungere l’immaginario profondo di ogni ascoltatore.

Anche per l’edizione 2021, i Lucca Puccini Days sono frutto della collaborazione tra Comune di Lucca, Fondazione Giacomo Puccini e Teatro del Giglio. Realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e i patrocini di Mic – Ministero della cultura e Regione Toscana.

I biglietti 

I biglietti sono acquistabili in biglietteria o su TicketOne.it.

Per informazioni si può consultare il sito internet www.teatrodelgiglio.it o contattare la biglietteria al numero di telefono 0583.465320 (in orario di apertura al pubblico) e per email all’indirizzo [email protected]

About Valentina Matzuzi

Sono una studentessa in Scienze della Comunicazione all'università di Cagliari. Ho 22 anni e vivo a Cagliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.