Alexa Unica Radio
IMG 20220328 112727

Presentato oggi il Centro Servizi Sardegna Odv

La presidente Coi: «massima attenzione a tutti I territori del’isola e sostegno al terzo settore in un mondo che è cambiato»

Questa mattina, nella sede provvisoria di via Roma 173, a Cagliari, è stato presentato il Centro Servizi Sardegna Odv; che nel novembre 2021 ha ricevuto il riconoscimento e l’accreditamento decretato dall’Organismo nazionale di controllo; inoltre dal 1° gennaio 2022 ha in affidamento la gestione del Centro di servizio per il volontariato Sardegna.

Il Centro Servizi Sardegna è un’associazione di volontariato di secondo livello, costituita l’1 giugno 2021 attraverso un processo partecipativo avviato nei mesi precedenti; è finalizzato alla predisposizione e approvazione dello statuto. Eroga i servizi elencati dall’art. 63 del Codice del Terzo Settore. La neopresidente, la nuorese Lucia Coi, oggi ha illustrato le basi associative e programmatiche; che muoveranno il Consiglio direttivo, composto anche dal vicepresidente Giovanni Antonio Manca, dall’amministratore Raimondo Pusceddu e dai consiglieri Carmelo Addaris, Sergio Madeddu, Paolo Pettinao e Annalisa Colombu.

l’Assemblea dei soci composta da 10 Organizzazioni

In una sala temporaneamente adibita alla raccolta di indumenti per i profughi provenienti dall’Ucraina («Anche questa, in fondo, fa parte delle tante attività svolte dalle nostre associazioni», ha detto la presidente Coi), è stata presentata la base associativa; che comprende l’Assemblea dei soci composta da 10 Organizzazioni di volontariato (Odv); 5 Associazioni di promozione sociale (Aps), il Consiglio direttivo, l’Organo di controllo collegiale, il Consiglio dei garanti e le Conferenze territoriali.
«Sette sono Enti del Terzo settore, otto sono reti regionali che fanno capo a importanti reti nazionali; consolidate in tutto il territorio italiano» ha sottolineato Coi. “Molte scelte rendono particolare il Centro Servizi Sardegna Odv; la sede legale ed amministrativa si trova a Oristano, perché vogliamo indicare il valore delle periferie, che in Sardegna sono molto vaste. Inoltre, abbiamo previsto sedi negli storici capoluoghi di provincia, con un ruolo particolare per quella di Cagliari. Il territorio sarà presidiato per zone omogenee, quelle storiche della cultura popolare. Attiveremo sportelli di prossimità e Consigli di zona. La struttura avrà un direttore generale e tre specialisti delle macroaree del CSS, i quali saranno supportati da un gruppo di dipendenti che faranno il front office e daranno le prime risposte alle esigenze delle Associazioni. Abbiamo applicato la clausola sociale e assunto le tre dipendenti licenziate, per cessata attività, dal precedente gestore”.

L’importanza del Centro Servizi Sardegna Odv

Coi ha poi sottolineato che «non siamo un organismo di rappresentanza, un sindacato o una associazione di categoria. I servizi saranno a disposizione di soci e non soci. Partiamo da una base molto ampia e significativa ma speriamo di allargarla ulteriormente a quanti vorranno avvalersi dei nostri servizi di consulenza; anche in virtù della collaborazione con il CSV-Net, la rete che permette a tutti i CSV italiani di avere accesso a una serie di programmi e piattaforme comuni. Il nostro obiettivo principale è quello di garantire la più efficace ed efficiente attività di supporto tecnico, formativo e informativo; per promuovere e rafforzare la presenza ed il ruolo dei volontari negli enti di Terzo settore».

Il vicepresidente Manca ha ricordato «l’importanza del Centro di servizio per le tante realtà del Terzo settore che si muovono oggi; alla luce del Codice varato nel 2017, il quale impone una serie di procedure anche complesse; che comportano fatica gestionale soprattutto alle piccole associazioni di volontariato. Noi dobbiamo essere in grado di prendere in mano queste realtà e guidarle in un mondo che è cambiato notevolmente e che rischia di assorbire le energie; che, invece, i volontari devono poter riservare alle attività dedicate alla collettività. La consulenza e la formazione sono alla base del nostro supporto tecnico; ma certamente occorre una nuova consapevolezza da parte di tutti coloro che operano in questo settore».

About Carlo Deidda

“Dove le parole non arrivano... la musica parla.”

Controlla anche

sailing 4945855 1920

Spiaggia Pelosa a numero chiuso da giugno, via a prenotazioni

Get Widget Confermato ticket d’ingresso a 3,50 euro e massimo 1500 bagnanti Da mercoledì 25 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.