Alexa Unica Radio
biblioteca metropolitana dibattito storia della sardegna

Biblioteca Metropolitana Emilio Lussu: dibattito sulla storia della Sardegna

L’evento si terrà venerdì 25 marzo alle ore 17. Ospiti Giovanni Ugas, Luciano Marrocu e Walter Falgio

La Biblioteca Metropolitana Emilio Lussu della Città Metropolitana di Cagliari ospita venerdì 25 marzo alle ore 17 l’evento L’identità critica dei sardi, un dibattito su diversi periodi della storia della Sardegna assieme agli autori che parleranno dei loro libri.

Gli ospiti presso la Biblioteca

All’appuntamento, che si terrà in presenza nella sala Giovanni Lilliu e sarà organizzato in collaborazione con l’associazione culturale Il Crogiuolo, prenderanno parte Giovanni Ugas, autore di ‘Shardana e Sardegna: i popoli del mare, gli alleati del Nordafrica e la fine dei grandi regni’. Ugas è, oggi, docente di preistoria e protostoria presso l’Università di Cagliari e anche direttore presso la soprintendenza Archeologica di Cagliari e Oristano. Luciano Marrocu con il suo ‘Storia popolare dei sardi e della Sardegna’. Luciano Marroccu è attualmente docente di storia contemporanea all’università di Cagliari. Infine, ci sarà Walter Falgio, curatore del libro di Antonio Garau ‘La resistenza di Geppe: diario di un giovane sardo che scelse di combattere per la libertà e la democrazia’. Walter Falgio è dottore di ricerca in storia moderna e contemporanea. All’evento di venerdì 25, la giornalista Giulia Clarkson dialogherà con gli autori. Infine, letture di brani tratti dai testi saranno curate dai lettori volontari della Biblioteca Emilio Lussu.

Contatti

L’accesso sarà a numero limitato, pertanto è suggerita la prenotazione inviando un e-mail a [email protected], specificando nell’oggetto ‘L’identità critica dei sardi 25.03.2022’.

About Valentina Matzuzi

Sono una studentessa in Scienze della Comunicazione all'università di Cagliari. Ho 22 anni e vivo a Cagliari.

Controlla anche

Siddi Chiesa San Michele jpeg

Monumenti aperti XXVI edizione

Get Widget Il 21 e 22 Maggio a Genoni, Siddi e Villanovaforru Dopo la versione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.