Alexa Unica Radio
download 11
download 11

Clima, italiani ottimisti sulla transizione verde

Secondo l’ultima indagine della Bei le politiche volte a contrastare i cambiamenti climatici rappresentano una buona notizia per l’economia e la qualità della vita.

Le politiche volte a contrastare i cambiamenti climatici rappresentano una buona notizia per l’economia? La maggioranza degli italiani pensa di sì: il 75% afferma che la transizione verde sarà una fonte di crescita economica. E’ quanto emerge dall’ultima indagine della Bei sul clima 2021-2022, diffusa oggi dalla Banca europea per gli investimenti (Bei). Inoltre il 75% degli intervistati italiani ritiene che la propria qualità di vita migliorerà, con effetti positivi sulla qualità degli alimenti o della salute.  

Le politiche volte a contrastare l’emergenza climatica sono considerate una buona notizia anche per il mercato del lavoro. Quasi tre quarti degli intervistati italiani (73%) ritengono che esse avranno un impatto netto positivo sui livelli occupazionali nel paese perché creeranno più posti di lavoro di quanti ne elimineranno. Inoltre il 60% ritiene che le politiche verdi miglioreranno il proprio potere d’acquisto. Questo dato è superiore di 22 punti percentuali alla media dell’Ue, pari al 38%.  

Secondo gli italiani, le sfide relative ai cambiamenti climatici sono destinate a durare: sebbene oltre un terzo di loro ritenga che l’emergenza climatica sarà sotto controllo entro il 2050, il 61% degli intervistatati crede che essa continuerà a rappresentare una problematica seria alla metà del secolo.  

Gli italiani temono che i cambiamenti climatici possano minacciare il luogo in cui vivono. Rispondendo alla domanda sull’impatto a lungo termine della crisi climatica, quasi un terzo degli intervistati (30%) prevede di doversi trasferire in un’altra regione o in un altro paese a causa dei cambiamenti climatici. Questa preoccupazione è maggiore tra le persone di età compresa tra 20 e 29 anni: la metà di questi intervistati (52%) teme la possibilità di doversi trasferire a causa dei problemi climatici. 

Gli italiani sono consapevoli della necessità di modificare i propri stili di vita per contrastare i cambiamenti climatici. Secondo un terzo degli intervistati, la maggior parte delle persone non possiederà più un’automobile tra 20 anni, il 64% pensa che molti lavoreranno da remoto per contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici.

In conclusione

Infine, quasi la metà (42%) degli intervistati pensa che la maggior parte delle persone adotterà una dieta vegetariana, mentre il 54% prevede che a ogni cittadino sarà assegnata una quota prestabilita di energia (un dato superiore di 6 punti percentuali alla media europea, pari al 48%). 

About Ale Laconi

Mi presento, sono una ragazza che studia all'università di Cagliari in 'beni culturali'. Appassionata sin dalle superiori alla storia dell'arte, portandomi ad intraprendere questo percorso di studi. Nel tempo libero mi piace viaggiare con la mia macchina fotografica, immortalando ciò che mi colpisce, a partire dai paesaggi, persone e tutto quello che mi ispiri arte. Mi piacerebbe trasformare una delle mie passioni in un lavoro futuro.

Controlla anche

MED16 CLIMA LIVELLO MARE

Clima, da Enea un nuovo modello per stimare l’evoluzione del livello del Mar Mediterraneo

Get Widget Si chiama Med16 ed è messo a punto dai ricercatori Enea di modellistica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.