Alexa Unica Radio
Cult Fiction

Cult Fiction: San Patrizio edition

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Cult Fiction: San Patrizio edition
/

Cult Fiction si tinge di verde (e di birra)! Puntata numero nove tutta dedicata alla festa irlandese più amata al mondo

Belfast

Cult Fiction presenta: Belfast. Si tratta del film del regista nord-irlandese Kenneth Branagh, meritevole di ben sette candidature agli Oscar 2022! L’autobiografia del regista è raccontata nei toni bianco e nero, per trattare del conflitto nord-irlandese di fine anni ’60.

Il tema forte del conflitto religioso tra Cattolici e Protestanti viene narrato dall’innocenza di Buddy, bambino di nove anni che vive con la sua famiglia: la mamma, il fratello maggiore e i suoi nonni paterni, ai quali è molto legato. La stessa strada abitata da Buddy, verrà attaccata da un gruppo di lealisti protestanti, dando inizio alla vicenda.

Il film è più che meritevole delle sette nomination. Durante tutto il racconto, trascina dietro di sé una forte attenzione al dettaglio. Il bianco e nero innalza la serietà della vicenda, raccontata però in veste di commedia, dovuto dallo sguardo ingenuo del protagonista. Aspettiamo la notte tra il 27 e il 28 marzo per sapere il verdetto!

Quicksand

Le sabbie mobili ci trascinano dentro la storia cruda e drammatica di Maja Norberg e la sparatoria avvenuta nella sua classe, della quale è la protagonista. Basata sull’omonimo libro Sabbie mobili di Malin Persson Giolito e uscita su Netflix nel 2019, la serie traccia in sei puntate come si è arrivati al processo per omicidio della protagonista, accusata di aver ucciso i suoi compagni di classe durante una sparatoria.

Pian piano iniziamo a capire il perché: il come è ben spiegato fin dalla prima puntata. Ma la curiosità aumenta quando non riusciamo a comprendere quali siano stati i motivi che hanno Maja a compiere l’omicidio. Sempre che sia stata lei a farlo.

Inaspettatamente, la serie svedese Quicksand è un gioiellino da guardare tutto d’un fiato. Agghiacciante in tanti aspetti, meritevole di binge-watching.

La fine del mondo

Nel 2013, Edgar Wright, regista che conosciamo Last Night in Soho, ci ha regalato una piccola perla comica lontana dal film di Anya Taylor-Joy. In tema Saint Patrick, i protagonisti de La fine del mondo riprovano a percorrere il Miglio Dorato, un tour dei pub nel Newton Haven. Nel 1990 non riuscirono a concludere la missione, per questo ci riprovano. Ma andrà come previsto? Recuperate il nostro raccontino per saperne di più!

Ospite: Sergio Falchi

Ospite di questa puntata è il regista Sergio Falchi, nato a Nuoro, laureato in ecologia e biologia proprio all’Università degli Studi di Cagliari, si è poi specializzato in fotografia e scrittura creativa. Dopo il premiato cortometraggio Eccomi, prodotto con un micro-budget. Il secondo cortometraggio di Falchi, Senza te è in postproduzione, e sta lavorando al suo terzo (dramma di formazione scritto in inglese) e ad quarto progetto che sarà ambientato nel Regno Unito. Per saperne di più su questo talento made in Sardinia, vi consigliamo di aspettare l’intervista integrale!

Prossimo appuntamento con Cult Fiction

Giovedì eravate incollati su Unica Radio per ascoltarci? Avete perso la puntata? Non c’è problema, Cult Fiction non vi lascia soli. Disponibile su Spotify, Apple Podcast, Tune In e tante altre piattaforme audio, ci potete ascoltare gratuitamente dove e quando volete.

Per non perdervi anticipazioni e curiosità, non dimenticate di seguirci sulle nostre pagine social Instagram e TikTok. E se volete parlare con noi, il nostro canale Telegram è sempre aperto, anche in diretta. Non vediamo l’ora di leggervi!

Appuntamento a giovedì 24 marzo, come ogni giovedì, in diretta su Unica Radio alle 18.00, non mancate!

About Valentina Tradori

part time studentessa di beni culturali e spettacolo | full time theatre nerd e contemplatrice di film belli

Controlla anche

Pivio e Aldo De Scalzi

Cult Fiction: puntata diciasette sulle pellicole Italiane!

Get Widget Non perdetevi la prossima puntata di Cult Fiction il programma meglio del 3D! …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.