Alexa Unica Radio
Telescopio Einstein

Telescopio Einstein: sviluppi nel campo dei rilevamenti di onde gravitazionali

Al centro dei lavori il seminario ”Towards the Einstein Telescope a perspective on gravitational wave detection”

Appuntamento di alto profilo scientifico in ateneo. Domani, mercoledì 16 marzo, dalle 14.30 alle 16.30, l’aula A del dipartimento di Fisica – Cittadella universitaria di Monserrato – ospita il seminario curato dal dorso di laurea e dal dottorato in Fisica dell’ateneo di Cagliari. L’intervento di apertura è affidato al prorettore per la Ricerca scientifica, Luciano Colombo: “Anche in prospettiva un dibattito come quello in programma domani al dipartimento di Fisica, è di straordinaria portata per i ricercatori e per la disciplina. Senza scordare il valore didattico, la visione e le best practies da cui possono trovare giovamento i nostri studenti e i nostri dottorandi” rimarca il professor Colombo. 

Ma che cos’è il Telescopio Einstein?

Nel 1915 Albert Einstein pubblica la sua “Relatività Generale”; Einstein scoprì che le equazioni di tale teoria ammettono l’esistenza delle onde gravitazionali; scoperta che gli valse il premio Nobel per la Fisica nel 1921. Al tempo, non fu però ancora possibile ottenere delle evidenze osservative anche riguardo l’esistenza delle onde gravitazionali. Si dovette aspettare fino al 1975 con gli scienziati Hulse e Taylor. Fu una scoperta storica. Ora lo European strategy forum on research infrastructures (Esfri), agenzia responsabile di indicare ai governi europei le priorità di ricerca scientifica, ha appena inserito il telescopio Einstein nella “road map” dei progetti ritenuti validi e da mandare avanti. Un enorme rivelatore di nuova generazione di onde gravitazionali il cui costo si dovrebbe aggirare intorno a 1,9 miliardi di euro. Grandi aspettative dunque per l’avanzamento nella ricerca astronomica.

Come e dove seguire il seminario

Il seminario è in programma nell’aula A del Dipartimento di Fisica, dalle 14,30 alle 16,30 di domani, mercoledì 16 marzo. L’organizzazione è curata dal Corso di laurea e dal Dottorato in Fisica dell’ateneo di Cagliari. Oltre al Professor Colombo saranno presenti Pia Astone (Infn Roma – con la relazione “The search for gravitational waves and the new- born multimessenger astronomy: present status and recent results with the terrestrial ligo/virgo/kagra network”); Cristiano Palomba (Infn Roma – “The search for gravitational waves from ligo/virgo/kagra detectorst o einstein telescope: scienc e prospects and data analysis challenges”; e  Fulvio Ricci (UniRoma).

About Carlo Deidda

“Dove le parole non arrivano... la musica parla.”

Controlla anche

doctor 6161898 1920 1

Telemedicina: gli strumenti tecnologici a supporto sono maturi, ma gli utilizzatori e il personale sanitario sono pronti a questo cambiamento?

Get Widget Gli strumenti tecnologici a supporto della telemedicina sono maturi, ma gli utilizzatori e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.