Alexa Unica Radio
hiv test

HIV, il 16 Marzo appuntamento con i test gratuiti offerti da Lila Cagliari

Mercoledì 16 marzo sarà operativo il servizio di test rapidi offerti da Lila Cagliari. Gli operatori volontari offriranno il test rapido per Hiv, Hcv e Sifilide a chiunque deciderà di prenotarsi telefonicamente al 0707968445. Per accedere al servizio offerto dai volontari è necessario prenotare al centralino Lila aperto anche oggi, dalle 18 alle 21.

Rispondiamo alle richieste delle persone che hanno scelto il nostro servizio di screening per la salute sessuale con 849 test eseguiti dal nostro staff sanitario nel 2021″ ha spiegato Giacomo Dessì, responsabile dei servizi di test di Lila Cagliari. “Le richieste sono tante, grazie alla caratteristica del servizio non formale, gratuito e non giudicante e grazie alla semplicità di accesso: apertura serale e notturna, prenotazione telefonica e nessuna prescrizione medica”.
Il servizio di test rapido gestito esclusivamente da volontari e aperto dal 2016 ha ricevuto 1096 persone e ha erogato oltre 2000 test complessivi per Hiv, Hcv e Sifilide.

L’importanza del test

Il test specifico per l’Hiv è l’unico modo per rilevare l’infezione; purtroppo nessun test può mettere in evidenza il virus immediatamente dopo l’avvenuta infezione. La rapidità con la quale l’infezione viene messa in evidenza dipende da diversi fattori che comprendono il tipo di test che viene utilizzato. Ciò determina anche il tempo massimo alla fine del quale si acquisisce la certezza che un test risultato negativo sia tale (periodo finestra).

Esistono vari tipi di test su sangue utilizzati comunemente per la diagnosi dell’Hiv, che danno risposte certe dopo tempi diversi dall’ultimo comportamento a rischio:

  • test combinati (test di IV generazione) – ricercano gli anticorpi anti-HIV prodotti dall’individuo e parti di virus, come l’antigene p24. Possono mettere in evidenza l’avvenuta infezione già dopo 20 giorni.
    Il periodo finestra è di 40 giorni dall’ultimo comportamento a rischio.
  • test che ricercano solo gli anticorpi anti-Hiv (test di III generazione) – possono mettere in evidenza l’avvenuta infezione già dopo 3-4 settimane.
    Il periodo finestra è di 90 giorni dall’ultimo comportamento a rischio.

Per sottoporsi al test Hiv su sangue non è necessario essere a digiuno. Se il test è effettuato con un prelievo di sangue inviato in laboratorio, il risultato è disponibile mediamente in tre giorni.

Per la diagnosi sono anche disponibili test rapidi che possono essere effettuati su saliva o su una goccia di sangue punta dal dito (tra questi il test per l’autodiagnosi dell’infezione da Hiv, acquistabile in farmacia). Il risultato dei test rapidi è disponibile in pochi minuti.

Poiché sono test di primo screening, in caso di risultato dubbio o reattivo (positivo) è necessaria una conferma con prelievo ematico. Per conoscere il periodo finestra del prodotto utilizzato occorre riferirsi alle istruzioni della azienda produttrice. Se sono test combinati, il periodo finestra sarà di 40 giorni, se ricercano solo gli anticorpi il periodo finestra sarà di 90 giorni.

About Antonio Perra

Studio Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Cagliari. Sono un appassionato di arte e letteratura.

Controlla anche

doctor g7a32517cf 1920

380mila italiani hanno l’EPATITE C, ma non lo sanno

Get Widget È necessario garantire lo screening a tutti i gruppi a rischio, per eradicare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.