Alexa Unica Radio
DONNE LAVORO

Otto marzo Uecoop. Alle donne uno coop su quattro, più 7%

In Italia quasi una impresa cooperativa su 4 (24%) è in mano alle donne con una crescita di circa il 7% nell’ultimo decennio,

Nel mondo delle cooperative, spiega Uecoop. La presenza femminile ai vertici delle aziende è superiore a quella registrata per le amministratrici di impresa che si ferma invece al 22,7%. Secondo rilevazioni Unioncamere.

Le cooperative guidate da donne, garantiscono all’Italia oltre 280mila posti di lavoro nei settori più diversi. Dai servizi al turismo, dalla logistica alla cultura, dalla salute alle attività socio assistenziali. Offrendo a italiane e straniere opportunità di impiego e integrazione nel sistema socio economico nazionale.
Purtroppo però esistono ancora problemi irrisolti. In particolare quando si tratta di conciliare gli impegni familiari con il lavoro. La gestione dei figli con la carenza di servizi come gli asili o con le aspirazioni di carriera. Basti pensare che il 73% dei genitori che si licenziano è rappresentato proprio da donne madri.

Più di un terzo di chi lascia volontariamente il posto di lavoro, lo fa per incompatibilità fra i propri impegni. Professionali e le esigenze di cura dei figli, il 27% per l’assenza di parenti di supporto e il 7% per l’elevata incidenza dei costi di assistenza al neonato fra asilo nido e baby sitter. Alcuni anche per il mancato accoglimento dei figli al nido (2%).
Una situazione di difficoltà che sempre più spesso porta il welfare privato a integrare quello pubblico grazie ad accordi aziendali nei quali ai primi 4 posti dei servizi più richiesti ci sono proprio quelli che riguardano la scuola e l’istruzione dei figli (79%), la salute (78%), l’assistenza (78%) e la previdenza (77%) secondo un’analisi di Uecoop su dati Assolombarda.
Quest’anno di fronte ai tragici eventi che si stanno verificando in Ucraina la festa della donna assume un significato particolare . Questo è quanto afferma il direttore generale di Uecoop Vincenzo Sette. Da una parte vediamo donne al fronte che al fianco di mariti, fratelli padri, amici, si battono per la libertà e poi ci sono altre donne, madri, sorelle, figlie e compagne costrette a lasciare la propria terra, il proprio lavoro, i propri affetti per cercare di rifugio lontano dalle bombe. La miglior festa della donna per loro sarebbe solo di poter tornare a casa senza l’incubo della violenza e della guerra”

About Carla Corriga

Ciao, sono una ragazza di ventitré anni, frequento il corso di beni culturali e spettacolo all'Università di Cagliari. Mi definisco una persona ambiziosa, con tanta voglia di imparare e crescere, credo che quello che mi aspetterà qua con voi sarà bellissimo e divertente. Non vedo l'ora di iniziare !

Controlla anche

Meretrix

“Meretrix / Donna Proibita” Barbara Begala

Get Widget Appuntamenti -Giovedì 28 aprile, ore 21.00, Teatro del Carmine. -Tempio Pausania venerdì 29 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.