Alexa Unica Radio
libro verde

Libro Verde: riforme a costo zero nei mercati finanziari e crescita

Presentato il Libro Verde per avviare riforme a costo zero nei mercati finanziari italiani e sostenere crescita e investimenti

È stato presentato oggi in una tavola rotonda online il Libro Verde “La competitività dei mercati finanziari italiani a supporto della crescita”. Promosso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per accelerare il processo di riforma del mercato dei capitali italiano e accrescere l’attrattività del sistema Italia, sostenendo la crescita e gli investimenti, in linea con gli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Lo sviluppo del mercato dei capitali rappresenta infatti una leva strategica a sostegno della finanza pubblica. Facilita l’afflusso di risorse private e favorendo la realizzazione degli investimenti in settori come la digitalizzazione, l’innovazione e la sostenibilità che sono al centro degli obiettivi strategici del PNRR italiano.

L’evento è stato aperto dai saluti introduttivi del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e vi hanno preso parte tra gli altri il Direttore Generale del Tesoro, Alessandro Rivera, e il Dirigente Generale della Direzione Regolamentazione e Vigilanza del Sistema Finanziario, Stefano Cappiello.

Quattro le aree principali di intervento oggetto della tavola rotonda.

  1. Il miglioramento del processo di listing in Italia, tramite la facilitazione e semplificazione delle procedure in capo alle imprese;
  2. la facilitazione e la promozione dell’accesso ai mercati regolamentati da parte degli investitori;
  3. la valorizzazione delle potenzialità del digitale ai fini dell’accesso al mercato di imprese e investitori
  4. la riforma dei profili di responsabilità delle Autorità di vigilanza in un’ottica di competitività del sistema Italia.

Le misure e le iniziative discusse nel Libro Verde sono a costo zero, non prevedendo oneri per la finanza pubblica. Sotto questo aspetto sono quindi complementari alle molteplici misure di supporto finanziario sinora poste in essere. Esse inoltre rappresentano delle leve che non sono di esclusiva competenza governativa; si inquadrano piuttosto in una cornice “di sistema”. Questa include iniziative di molteplici attori (istituzionali e di mercato), su piani diversi: da quello delle regole nelle sue varie articolazioni (norme primarie, secondarie, autoregolamentazione) a quello applicativo e delle prassi amministrative e di giustizia.

Il Libro Verde sarà in consultazione pubblica fino al prossimo 25 marzo sul sito del Dipartimento del Tesoro. Oltre alla consultazione si trovano i contatti mail dove far arrivare contributi e suggerimenti. Il Libro Verde è frutto di un gruppo di lavoro promosso dal MEF, al quale hanno aderito e attivamente partecipato referenti istituzionali, autorità di vigilanza, operatori di mercato.

Leggi anche:

Eurydice: pubblicato il rapporto su politiche educative UE

Conoscenze e comportamenti finanziari delle famiglie sarde

Piano di ripresa, le richieste degli ambientalisti

Perché “sociale” è il futuro del Trading digitale

About Nicola Palmas

Imprenditore digitale e manager culturale. Founder & CEO della startup Billalo, direttore artistico di Sardegna Concerti. Appassionato di musica, innovazione e marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.