Alexa Unica Radio
SantElia Olbia

Hermaea corsara anche a Sant’Elia

 

Seconda vittoria esterna in fila per le olbiesi, che vincono in rimonta sul campo dell’Assitec e salgono al quinto posto

Altro colpo esterno per l’Hermaea Olbia, che si impone in quattro set sul campo dell’Assitec Sant’Elia. Vola al quinto posto nella classifica del Girone A di Serie A2 Femminile. Affermazione in rimonta per le aquile tavolarine, partite piano nel primo set ma capaci di riscattarsi cogliendo il secondo successo consecutivo lontano dalle mura amiche.
Dopo un avvio equilibrato, l’Hermaea difetta di precisione e scivola indietro nel punteggio. Sul 16-12 coach Guadalupi spende il primo timeout, ma non ottiene le risposte sperate dalla sua squadra: il gap, infatti, aumenta. Lo staff tecnico olbiese prova a invertire il trend facendo ricorso alla panchina. La squadra di casa chiude senza esitazioni sul 25-17 e porta a casa il primo set.
Ben diverso l’approccio delle aquile tavolarine al rientro in campo. Gli attacchi di Maruotti permettono ben presto di scavare il solco e di doppiare le avversarie sull’8-4. Giandomenico corre ai ripari cambiando la sua diagonale, ma non riesce ad arginare il predominio delle aquilotte, avanti sul 21-9 con l’ace di Renieri. Sant’Elia, a questo punto, ha un moto d’orgoglio e sigla tre punti consecutivi. La reazione però non è sufficiente per scalfire le certezze dell’Hermaea. Non esita però nel finale e ottiene la parità nel conto grazie al pallonetto di Renieri che vale il 25-18.
Il terzo set sembra inizialmente seguire la stessa falsariga: le olbiesi si esprimono molto bene e sembrano viaggiare pressoché incontrastate verso il sorpasso (17-10). L’Assitec però si rifà improvvisamente sotto e, pian piano, rimonta fino a trovare la parità a quota 18 .
Decisa ad archiviare la pratica, l’Hermaea dà un primo strattone al quarto game portandosi avanti sull’8-5 con Renieri. L’Assitec si riporta in linea di galleggiamento e pareggia a 14 dopo il mani out di Tellaroli. Maruotti guida la nuova accelerazione biancoblù (pallonetto del +4, 18-14). Il muro di Costagli sull’attacco in fast di Gerosa segna il nuovo tentativo di rimonta delle padrone di casa, capaci di rientrare fino al -1. Guadalupi chiama timeout e l’Hermaea riparte con slancio: Miilen è la gran protagonista dell’allungo che piega una volta per tutte le resistenze di Sant’Elia (25-20).
“Siamo partiti con un po’ di nervosismo – commenta coach Dino Guadalupi – abbiamo impiegato del tempo per adattarci ai ritmi di gioco. Probabilmente l’importanza della posta in palio si è fatta sentire. Pian piano, però, ci siamo sciolti e abbiamo rimesso le cose a posto.

About Carla Corriga

Ciao, sono una ragazza di ventitré anni, frequento il corso di beni culturali e spettacolo all'Università di Cagliari. Mi definisco una persona ambiziosa, con tanta voglia di imparare e crescere, credo che quello che mi aspetterà qua con voi sarà bellissimo e divertente. Non vedo l'ora di iniziare !

Controlla anche

sailing 4945855 1920

Cambiamenti climatici, mare sempre più caldo e cambia la biodiversità marina

Get Widget Le rilevazioni di Greenpeace I nostri mari si stanno riscaldando anche in profondità e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.