Alexa Unica Radio
instagram
instagram

Instagram lancia la funzionalità “prenditi una pausa”

Instagram lancia una nuova funzione, chiamata “Prenditi una pausa”. Essa permetterà agli utenti di decidere quanto tempo trascorrere sulla piattaforma e di avere maggiore controllo e consapevolezza nell’utilizzo dell’app.

Per attivare la nuova funzionalità di instagram è sufficiente seguire il seguente percorso: “Impostazioni”, “Account”, “La tua attività”, “Imposta promemoria pause”. Una volta giunti a destinazione si programma un promemoria che ricorderà di fare una pausa da Instagram dopo un determinato intervallo temporale trascorso sulla piattaforma. Il lancio è previsto per il 16 febbraio alle 18.

“Prenditi una pausa” è pensata in particolar modo per gli adolescenti affinché comprendano meglio cosa significhi “navigare” su un social come Instagram. “Per assicurarci che gli adolescenti siano a conoscenza di questa nuova funzione “si legge in una nota “mostreremo loro una notifica che suggerisce di attivare il promemoria. Dai test effettuati fino ad ora nei Paesi in cui la funzionalità è già attiva è emerso che, una volta impostato il promemoria, oltre il 90% degli adolescenti lo rispetta”.

Sarà lo stesso utente a quantificare la sua permanenza su Instagram grazie al nuovo strumento. Esso consente di impostare la quantità di tempo che si vuole trascorrere sul social durante la giornata. Una volta raggiunto il limite, avvisa. Inoltre, si ha anche la possibilità di disattivare le notifiche di Instagram per concentrarsi senza interruzioni su ciò che si sta facendo.

Per promuovere un uso consapevole e sicuro, il team di Instagram ha reso disponibile una nuova “Guida”. Essa è dedicata a genitori ed educatori e fornisce consigli pratici e descrizioni chiare di tutte le funzionalità previste all’interno dell’app.

About Valentina Matzuzi

Sono una studentessa in Scienze della Comunicazione all'università di Cagliari. Ho 22 anni e vivo a Cagliari.

Controlla anche

smartphone

Il mio smartphone mi ascolta oppure no?

Get WidgetIl sospetto c’è sempre: come fanno le aziende a sapere che cosa ci piace, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.