Alexa Unica Radio
prevenire problemi prostata

Come prendersi cura al meglio della salute della prostata

Quando si avvicina il giro di boa dei 40, tutti gli uomini devono iniziare a valutare di prendersi cura della salute della prostata. Come farlo al meglio? Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo selezionato alcuni consigli utili al proposito.

Non dimenticare i controlli periodici

Come le donne non devono mai dimenticare i controlli periodici al seno ed esami come il PAP test, così gli uomini devono assolutamente focalizzarsi su quelli relativi alla prostata. Essenziale è anche essere consapevoli di quando iniziarli. In linea di massima, è bene partire con un controllo ogni 12 mesi dai 50 anni in poi. Se si è soggetti a rischio – ossia in caso di presenza di persone con patologie alla suddetta ghiandola nella storia familiare diretta – è opportuno cominciare prima, per la precisione attorno ai 40 anni.

Fai attenzione a quello che metti nel piatto

Anche in questa circostanza, quello che mettiamo nel piatto aiuta tantissimo. Entrando nel vivo della dieta utile ai fini del mantenimento della salute della prostata e della prevenzione di problematiche come la prostatite, un doveroso cenno va dedicato all’importanza di moderare l’assunzione di cibi che vengono spesso chiamati in causa parlando di efficacia afrodisiaca. I loro effetti, però, sono più che altro legati all’infiammazione. Nell’elenco è possibile includere il peperoncino, ma anche le spezie in generale e la birra, per non parlare dei crostacei.

Non trascurare l’idratazione

L’idratazione è un elisir cruciale per il benessere della prostata. Quando la si chiama in causa, è opportuno rammentare l’importanza di bere almeno 2 litri d’acqua al giorno – si tratta di una stima di massima in quanto la quantità ideale per gli uomini è più alta rispetto a quella consigliata alle donne e dipende anche dall’attività fisica – da distribuire nell’arco delle 24 ore. 

Valuta l’integrazione

Sempre nell’ottica di considerare l’importanza di quello che si mangia per il benessere della prostata e la prevenzione della prostatite, è il caso di porre l’accento anche sull’integrazione. Quest’ultima deve essere concordata dal medico e all’insegna dei supplementi mirati. Come si può leggere su Urotrin sito ufficiale – il portale di riferimento per uno dei più famosi fra i prodotti sopra citati – nell’elenco è possibile includere gli integratori a contraddistinti dalla presenza di ingredienti come il mirtillo rosso, elisir naturale antiossidante e antinfiammatorio.

Pratica attività sessuale

Molti uomini sono convinti, sbagliando, che l’attività sessuale sia dannosa per la prostata. Niente di più falso! Anzi, è il contrario: dati alla mano, può aiutare tantissimo a prevenire la prostatite.

Mantieni in salute l’intestino

Non c’è storia: l’intestino, il nostro secondo cervello, è associato a tantissimi aspetti relativi al benessere. Tra questi, rientra anche la salute della prostata e la necessità di prevenire problematiche come la prostatite. Entrando nel vivo di questo aspetto, rammentiamo l’importanza di regolarizzarne l’attività. Sia situazioni come la stipsi sia la diarrea possono infatti rivelarsi pericolose per la salute della ghiandola attorno alla quale ruota questo articolo.

Pratica sport

Quando si parla dei benefici dello sport, le prime immagini che vengono in mente sono quelle associate al dimagrimento e al tono muscolare. C’è molto di più! Forse non tutti sanno che l’attività fisica è utile anche ai fini della prevenzione della prostatite. Muoversi in maniera costante aiuta infatti a prevenire situazioni fastidiose come la congestione pelvica. 

Cammina un’ora in più e utilizza meno la moto

Sollecitare continuamente la zona genitale, situazione tipica di quando si va in moto, può provocare dei microtraumi a livello del perineo e innescare dei fenomeni di infiammazione della prostata. Alla luce di ciò, è bene moderare l’utilizzo del sopra citato mezzo e dedicarsi alla camminata un’oretta in più a settimana. Come accennato nelle righe precedenti, l’attività fisica è un toccasana per la prostata e la camminata è un esercizio economico, semplice e accessibile a chiunque.

About Antonio Perra

Studio Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Cagliari. Sono un appassionato di arte e letteratura.

Controlla anche

luspatercept

Luspatercept: nuova terapia per la beta-talassemia

Get Widget Raffaele Vindigni: “Luspatercept permette di sottoporci a trasfusioni ogni 40-45 giorni anziché ogni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.