Alexa Unica Radio
marciapiede 2

Tra amore giovanile e ricerca della personalità: ecco Pelle Morta dei “imarciapiede”

I due giovani musicisti sassaresi tornano con un nuovo brano capace di toccare tematiche personali, in modo crudo e mai scontato.

Sperimentazione, ricerca dell’identità e adolescenza. Sono (anche) questi i temi affrontati dai “imarciapiede”, il duo musicale composto da Gabriele Loi e Emanuele Usai, pronti a tornare con il loro nuovo singolo “Pelle Morta”. “Il nostro nome si scrive tutto attaccato e tutto minuscolo”, spiegano i due giovani ragazzi 23enni, capaci di sposare generi musicali molto diversi tra loro, si preparano per una nuova avventura musicale.

“Ci piace farci influenzare da diversi generi musicali, anche molto diversi tra loro”, ha spiegato Gabriele, “perché fanno parte di noi. Come la nostra scrittura, molto personale, ma con la quale molto probabilmente i giovani si possono rispecchiare. È un flusso di pensieri adolescenziale il nostro testo in Pelle Morta. E in una società abituata all’apparenza torna prepotentemente il tema della ricerca della personalità sopra l’estetica”.

Un brano che si approccia all’amore in modo realistico: “Ci piace scrivere in modo crudo”, ha continuato Emanuele, “descriviamo uno stato d’animo, un mood. Ma non è qualcosa di romantico, non nel modo consueto. Descriviamo i baci, come i morsi, i graffi e le ferite che ne conseguono. Volevamo raccontare qualcosa di vero”.

Il mix e il master è stato affidato a Lucio Gratani e le grafiche sono di Roberto Valca che si è occupato anche del video musicale presto in uscita. Alla batteria troviamo Matteo Virdis.
Pelle morta sarà disponibile su Spotify e tutte le piattaforme a partire da venerdì 21 gennaio.

About Nicola Palmas

Imprenditore digitale e manager culturale. Founder & CEO della startup Billalo, direttore artistico di Sardegna Concerti. Appassionato di musica, innovazione e marketing.

Controlla anche

Musica: il Festival del Mediterraneo riparte da Alghero

Get Widget Domenica 15 maggio ad Alghero si alza il sipario del “Festival del Mediterraneo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.