Alexa Unica Radio
museo parodi
museo parodi

Il Museo mobile su Andrea Parodi

Continua il viaggio del museo itinerante dedicato ad Andrea Parodi, che sta toccando in questi giorni diverse località sarde. Ecco le tappe:

26 dicembre a Porto Torres,

il 27 a Cagliari (in occasione dell’evento “Musas e Terras“), il 28 a Marrubiu, il 30 a Morgongiori, il 31 a Bitti, sempre a ingresso gratuito.

Percorso per valorizzare l’attività di Parodi


Si tratta di un percorso multimediale per valorizzare e documentare l’attività di Parodi,

per anni voce e leader dei Tazenda e poi artista solista che ha incentivato e promosso la cultura popolare, in particolare quella sarda.
Il museo è una delle numerose creazioni della Fondazione Andrea Parodi, nata nel 2009 per tutelare e promuovere l’immagine e le opere dell’artista sardo-ligure, scomparso prematuramente il 17 ottobre 2006.

La fruizione dei contenuti viene offerta gratuitamente per rendere

l’opera artistica di Andrea Parodi e la cultura in generale una ricchezza da percepire come bene comune da tutelare.
La prima apertura del museo è avvenuta il 2 aprile 2011 all’Antico Palazzo di Città di Cagliari, che l’ha ospitato per 10 mesi.

Successivamente si sono susseguite diverse località.

Vista la grande affluenza e l’affetto ricevuto dai tanti visitatori, la Fondazione ha realizzato una originale versione itinerante dell’installazione, che permette di visitarla direttamente nei propri paesi e città.

L’allestimento del museo mobile ha visto la collaborazione di affermati professionisti del settore, tra cui il regista multimediale Francesco Casu e l’architetto Olindo Merone.
Nel corso del 2021 il museo è stato ospitato in vari altri luoghi sia in Sardegna che fuori Sardegna.

Porto Torres dedica Andrea Parodi

Tra questi la stessa Porto Torres a fine luglio in occasione della manifestazione “SonoS”, dedicata proprio ad Andrea Parodi, poi a Fiorano Modenese, in Emilia Romagna, e in un piccolo paese del Piemonte, Coumboscuro, centro vivissimo per la conservazione e lo studio della lingua occitana, che è stata oggetto di interesse e di interpretazione anche da parte di Parodi stesso, oltre che di altri grandi artisti come Fabrizio De André.
Attualmente la sede provvisoria del Museo, grazie al Comune di Porto Torres, è a Porto Torres nel Palazzo del Marchese. È comunque intenzione della Fondazione trovare prossimamente una sede che possa ospitare la struttura fissa.
Il Museo Andrea Parodi è stato realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Fondatore della Fondazione) e la sua circuitazione è possibile grazie al supporto della Regione stessa e della Fondazione di Sardegna.

 

About Andrea Perra

Sono un ragazzo a cui piace molto fare sport divertirmi e socializzare con le persone. Mi piace scrivere, ascoltare musica e gli animali. Mi piace pure fare rime e viaggiare .Sono amante del calcio infatti tifo il Cagliari. Ho studiato nella facoltà di scienze politiche e dopo aver conseguito la laurea ora sto studiando per diventare Consulente del lavoro.

Controlla anche

aumenti sul grano

Coldiretti: aumenti sul grano spingono rincari pasta e pane

Allarme per raddoppio costi semine e campi allagati Raddoppiano i costi delle semine per gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *