Alexa Unica Radio
mascherine obbligatorie

Mascherine ffp2 obbligatorie, dove indossarle e come

Il nuovo decreto Festività approvato il 23 dicembre tenta di arginare l’avanzata dei contagi e della variante Omicron, mascherine per tutti

Fra le disposizioni c’è l’obbligo di utilizzare le mascherine Ffp2, più resistenti e protettive contro il virus rispetto a quelle chirurgiche. L’obbligo riguarda anche i vaccinati e va rispettato nei luoghi particolarmente a rischio assembramento e quindi infezione; tra questi: mezzi di trasporto pubblici, cinema, teatri ed eventi sportivi.
 
Resta obbligatorio l’uso delle mascherine chirurgiche al chiuso come nei luoghi di lavoro, nei ristoranti, nei bar e nei negozi; diventa invece obbligatorio utilizzarle all’aperto anche in zona bianca fino al 31 gennaio, soluzione già adottata da sindaci e governatori come Vincenzo de Luca, presidente della Campania, che non ha mai rimosso l’obbligo.
 
Fino al 31 marzo, quando finisce lo stato di emergenza, sarà obbligatorio indossare la mascherina Ffp2 per entrare in teatri, cinema, palazzetti o stadi e sarà vietato consumare cibi e bevande. Le novità arrivano anche per bar, ristoranti, piscine, palestre, musei, parchi tematici, sale gioco e centri termali e benessere.

Mascherine Ffp2: cosa sono e come vanno usate

Ffp2 sta per “Filtering face piece particles”, e cioè, “facciale filtrante delle particelle” mentre il numero indica la suddivisione in classi di protezione. Questo tipo di mascherine, combinate al vaccino, rappresentano la migliore difesa contro il virus perchè “proteggono sia chi le indossa, sia gli altri” – ricorda L’ISS.
 
L’alto potere filtrante, oltre a impedire la trasmissione di virus e batteri, protegge chi la indossa dal rischio di infezione dalle persone e dall’ambiente circostante. Per questi motivi è utile indossarla nei luoghi ad alto rischio assembramento ed è strettamente necessaria per il personale sanitario che assiste persone infette da Coronavirus.

Tuttavia, indossare la mascherina se non si seguono determinate regole prima, non basta. Prima di tutto è bene lavare le mani con acqua e sapone per almeno 40 secondi o igienizzarle con soluzione idroalcolica per almeno 20 secondi; poi bisogna indossare la mascherina toccando solo gli elastici senza toccare la parte interna; fare aderire il ferretto superiore al naso e coprire il mento con la parte inferiore della mascherina.
 
Una volta indossata, è necessario toccare solo gli elastici e poi lavarsi o igienizzarsi sempre le mani. Quando la si vuole togliere, toccare nuovamente solo gli elastici e non metterla in tasca o sui mobili, ma in una bustina e gettarla nella pattumiera. Al termine della procedura, lavare nuovamente le mani in maniera accurata.

About Michela Serreli

Diplomata al liceo scientifico Euclide di Cagliari e laureanda in Lingue e comunicazione presso l'Università degli Studi di Cagliari. Appassionata di giornalismo e cinema.

Controlla anche

protezione 40 ore

Mascherine, regole per uso fino a 40 ore

Get Widget Cristiana Boi, ingegnere chimico: “No bustina di plastica, solo carta o stoffa per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.